//Brevi n.6-2018

Brevi n.6-2018

BREVI DA CHIOGGIA

*PESCA: SOSPESI SGRAVI CONTRIBUTIVI – Preoccupazione per la sospensione degli sgravi contributivi adottati dall’Inail da parte delle imprese di pesca costiera. I sindacati (Fai, Cisl, Flai, Cgil, Uila pesca) in allarme, parlano di ingiusto trattamento rispetto ad altri settori e di effetti che si ripercuoteranno a livello nazionale; secondo l’Alleanza delle cooperative non basterà un intervento tampone per far fronte all’emergenza del momento, serve un provvedimento strutturale per tutelare reddito e lavoro, per questo organizzerà un incontro a Roma.

*vandali sulla passeggiata del lusenzo – La settimana scorsa distrutti o danneggiati una dozzina di lampioni sulla laguna del lusenzo. Bellissima e frequentatissima di giorno, la notte diventa luogo pericoloso per le scorribande di giovani teppistelli annoiati

*Viale Tirreno – Fino al 27 febbraio è sospesa la viabilità carrabile, pedonale e ciclabile di viale Tirreno, dall’incrocio di viale Colombo al Lungomare Adriatico. Chiusa anche la pista ciclabile ad est del Lungomare Adriatico corrispondente al cantiere aperto per la condotta delle acque meteoriche a salvaguardia del Lusenzo.

*AUTO IN FOSSO – Una Fiat 500 è finita fuori strada, dritta nel fosso che costeggia la rotonda in Val da Rio a causa della velocità sostenuta e dell’asfalto viscido per l’umidità del primo mattino. Fortunatamente nessuna conseguenza per il conducente.

*CONDANNATO – Condannato a 3 anni e 4 mesi il trentenne marocchino che nel gennaio 2016 tentò di rapinare don Mario Pinton, allora parroco di Borgo San Giovanni. L’anziano sacerdote riuscì a farlo scappare, sebbene il giovane brandisse un coltello, poi il marocchino gli rubò l’auto che abbandonò sulla Romea e venne centrata da un’altra auto. Il marocchino, espiata la pena, sarà espulso dal territorio italiano.

*DOTTORESSA RISARCITA – Nel 2015 una dottoressa in servizio al Pronto Soccorso di Chioggia fu colpita da due provvedimenti disciplinari: una sospensione dal lavoro di 30 giorni per assenza ingiustificata e relativa perdita dello stipendio per questo periodo, poi una multa di 200 euro per aver scritto una mail ai colleghi criticando l’azienda (Usl 14, ora Usl 3). Il giudice del lavoro ha dichiarato nulle entrambe le sanzioni e ordinato la restituzione dello stipendio non corrisposto e dell’importo della multa.

*PENDOLARI CHIOGGIA-ROVIGO – Si è tenuto lunedì 5 febbraio un incontro presso il municipio di Legnago per discutere dei problemi della tratta Verona-Rovigo, una situazione vicina e simile a quella della Chioggia-Rovigo ma ai pendolari di Chioggia non è pervenuto l’invito a parteciparvi. Delusione e rammarico anche da parte dell’assessore alla mobilità Daniele Stecco.

*RETRIBUZIONE DIPENDENTI COMUNALI – In seguito alle accuse di Cgil sulla non corretta corresponsione dei salari accessori e di produttività individuale dei dipendenti, il sindaco Ferro ha risposto che queste voci non differiscono sostanzialmente dal precedente 2016. Questa risposta però, non ha soddisfatto il sindacato che ha rilanciato con varie contrarietà e la discussione è ancora aperta.

*FURTO AL BAR BAHIA DEL SOLE 2 – Domenica 4 febbraio notte, dei vandali hanno scassinato la serratura del Bar Bahia del Sole 2, hanno rubato alcolici, generi alimentari e un po’ di fondo cassa. Erano in quattro, ma nessuno identificato, e dopo il furto hanno gettato nella laguna del Lusenzo i distributori di palline per bambini prelevati dal Bar.

E. B.

BREVI DAL DELTA

* ASSALTO ALLA LAVANDERIA: BOTTINO MAGRO – [Loreo]. Verso le 19 in via Roma, centro del paese, un malvivente a volto coperto entra nella Lavanderia Smeralda. Con un coltello minaccia la proprietaria che, presa dal panico e senza reagire, consegna subito i soldi della cassa: neanche € 100. La mancanza di telecamere rende difficile indagare sull’autore di questa audace rapina, addirittura incurante che la stazione dei carabinieri era vicinissima alla lavanderia.

* RINGHIERA DEL MONUMENTO AI CADUTI – [Porto Viro]. Si è conclusa con due condanne – a 2 anni per il padre (ex-responsabile del magazzino comunale) e 9 mesi per il figlio – la causa intentata dal Comune contro di loro per essersi appropriati della recinzione del monumento, installata nel 1924 e giacente da tempo nel magazzino comunale. La pena è sospesa per entrambi ed il Comune ha ottenuto un risarcimento per spese processuali.

* SINDACI IN REGIONE VENETO: CHIEDONO CHIAREZZA – [Delta]. 8 sindaci del Delta si sono presentati in Regione a Venezia e hanno incontrato l’assessore ai Servizi Sociali per chiedere direttamente spiegazioni su alcune decisioni che sono state prese dal direttore generale dell’Ulss rodigina. Quello che si è chiesto è che venga chiarito se le decisioni prese fanno parte di un progetto della Regione o se si tratta di decisioni o valutazioni personali del direttore dell’Ulss. Però si è precisato che, in entrambi i casi, i sindaci non sono disposti ad accettarle passivamente.

* SCUOLA (1): TEMPI ODIERNI E CONFUSI PER TUTTI – [Delta]. L’insegnante di una scuola del Delta è stata condannata a 4 mesi (sospesi con la condizionale) per “abuso di mezzi di correzione” nei confronti di una piccola alunna con problemi psicomotori. L’insegnante ha dato le sue spiegazioni, ma i giudici evidentemente non le hanno accolte. Questa notizia fa andare con la mente all’anno 2012 e ad una sentenza della Corte di Cassazione che ha condannato una professoressa italiana a 24 giorni (sospesi con la condizionale) per aver fatto scrivere “Sono un deficiente” ad un alunno, perché aveva litigato con un compagno handicappato.

* SCUOLA (2): TEMPI CHE FURONO – [Polesine]. Prima del ‘68, una mamma andò a protestare dal Direttore didattico perché l’insegnante “aveva abusato di mezzi di correzione” nei confronti di suo figlio (che era alquanto vivace). Il direttore le disse di pensare ad educare bene suo figlio, la prese per un braccio e gentilmente la “buttò” fuori dall’ufficio. Il direttore si recò subito nella classe dell’insegnante, lo chiamò fuori e gli disse che se quella madre fosse ritornata a protestare lo avrebbe “buttato” fuori dalla scuola. La madre non tornò più. Evidentemente, madre e insegnante avevano imparato la lezione del Direttore. Ma se quella lezione si ripetesse al giorno d’oggi, c’è la quasi certezza che ad essere “buttato” fuori sarebbe il Direttore.

* POLITICA: PERCENTUALE MATEMATICA AL BAR- [Delta]. El Gigio ghe domande al Toni: “Craxi voleva darghe la multa ai cittadini che non andeva a votare, e invese adesso pare che i se contenta che vaga a votare anche metà de la zente”. Ghe risponde el Toni: “Craxi voleva buttarse fuori dai piè i partiti piccoli. Adesso pare che quei i ghe fassa comodo. Comunque femo un conto. Va a votare 100 persone e un partito ciape 2 voti; quindi l’a el 2%. Se invese va a votare 50 persone, e chel partito a ciape sempre 2 voti, chel partito l’a el 4%. Quindi a va in parlamento e a pretende anche qualche carica e anche i ghe la dà”.

* CULTURA: LIBRO E MUSICA – [Taglio di Po]. L’assessore “Taglio di Po nel cuore” ha organizzato all’Istituto Comprensivo un incontro serale, con la pianista Gessica Reddi e gli attori della Compagnia Instabile Tagliolese. È stato presentato il romanzo di Giorgio Minotti: “Per Emilia – Casa Chopin e la vocazione per la bellezza. Il mistero del Notturno op. 72 di Fryderyk Chopin”, Zecchini Editore.

A. Bullo

FLASH DA PORTO TOLLE

* Lo scorso 2 febbraio, in sala consiliare, presenti il sindaco Claudio Bellan e l’ass. allo sport Vilfrido Siviero, è stato presentato il libro “Formula vincente” realizzato per i 35 anni di vita della “Nazionale piloti”, che fino ad oggi ha raccolto oltre 16 milioni di euro da devolvere in beneficenza.

Perché proprio qui a Porto Tolle la presentazione del libro? Perché Porto Tolle è stata testimone del battesimo di questa magica squadra nata per l’indelebile ricordo della “Partita del cuore”, svoltasi nell’inverno del 1981 all’Appiani di Padova, e che, grazie alla disponibilità di moltissimi piloti e del loro presidente Mario Di Natale, ha raccolto l’invito della Giunta comunale di Porto Tolle a contribuire alla raccolta di un fondo di solidarietà al fine di permettere alla nostra compaesana Cinzia Milani, presente in sala, di essere operata al cuore in America e che ora, a distanza di oltre trent’anni, può condurre una vita normale. Presenti anche gli assessori Leonarda Ielasi e Michela Ferrarese, Mattia Pilotto presidente della Consulta dello sport, l’allora sindaco Danilo Stoppa, Sandro Santin del Panathlon di Adria, Giovanni Altoè pilota e Cristian Basini, Fiorenzo Fontolan di Taglio di Po e Giovanni Orlandi presidente del Panathlon di Adria.

* Dopo la discesa in campo della lista del sindaco per le prossime amministrative di maggio-giugno, anche altre liste si stanno componendo. È di questi giorni la notizia che l’attuale opposizione in consiglio comunale si stia organizzando per la formazione di una lista pronta a rimettersi in gioco e si vocifera che sarà Silvana Mantovani la candidata del gruppo. Staremo a vedere.

* C’è grande attesa nell’ambiente scolastico di Porto Tolle per capire se il messaggio partito dalla sala consiliare di Porto Tolle in favore dei giovani che dopo la terza media fanno la loro scelta di vita è stato colto. Ebbene in una riuscitissima riunione, a cui il nostro giornale ha dato ampio risalto, è stato “lanciato” il nuovo indirizzo per l’istruzione professionale per un corso di 5 anni avente come titolo “Pesca commerciale e produzioni ittiche”. Il profilo in uscita dell’indirizzo di studi viene correlato al settore economico-professionale Agricoltura, silvicoltura e pesca. L’Istituto professionale Ipsia, unitamente al Gac di Chioggia e Delta del Po, ha patrocinato l’iniziativa ministeriale sul territorio.

* Sono state ben 31 le offerte pervenute al Comune per partecipare all’appalto per la costruzione della nuova mensa scolastica. L’importo del valore di € 500.000 è il progetto che finalmente vedrà alla luce un servizio molto apprezzato dal territorio che servirà 150 pasti per i ragazzi della scuola primaria e sorgerà nell’area scolastica dove prima insistevano i capannoni della Civiltà contadina ora trasferita nell’ex scuola materna Scarpari in via G. Matteotti-Ca’ Tiepolo. Il servizio nei prossimi numeri.

* Premiata a Roma l’innovazione giovane in agricoltura con l’Oscar Green presente anche il Polesine. Lo afferma la delegata provinciale dei giovani coldiretti Federica Vidali che, presente con i colleghi del Veneto, ha sottolineato: “Abbiamo avuto testimonianza dell’eccezionale spirito imprenditoriale dei giovani che con coraggio e passione sfidano la crisi e riescono a fare impresa in agricoltura”. L’esempio di questa innovazione arriva dal take away marino che offre direttamente in barca hamburger di pesce, frittura mista ed insaccati di pesce, gli occhiali realizzati con la lana di pecora, la vernice interamente ricavata dalla buccia di pomodoro, il jeans invecchiato nella paglia, il sale spray aromatizzato con erbe aziendali e il co-living contadino.

L. Z.