//L’importanza di dire tutti no
Gpl-chioggia

L’importanza di dire tutti no

QUESTIONE GPL

In preparazione alla manifestazione del 28 aprile

“Sarà molto importante partecipare in massa il 28 aprile alla manifestazione che si terrà a pochi giorni dalla sentenza del Tar prevista per il 10 maggio”.

Lo ribadisce alla stampa, ancora una volta, il portavoce del Comitato No GPL Roberto Rossi, che aggiunge: “Dobbiamo dire no compatti a chi, puntando sulla sola collaborazione di un dirigente del Comune, ha dato il via ad un impianto venduto all’inizio con molta furbizia come deposito di carburante per navi e poi, invece, lo ha trasformato in deposito di gpl per riscaldamento, costruendo questa cosa, puntando evidentemente sul fatto che spesso Chioggia è una città dormiente!”. E conclude: “È un impianto a rischio di incidente rilevante e quindi, come prescrive la legge, come tale doveva essere costruito lontano dai centri abitati. Vogliono, poi, farci passare l’idea che il decreto finale raccoglie tutte le autorizzazioni ma noi sappiamo che non è così”.

Dopo il sostegno di ASCOM, alla manifestazione parteciperà l’intera città. La mattina di sabato 28 aprile prossimo i negozi della città saranno con le vetrine listate a lutto e con le serrande abbassate in segno di adesione ‘forte’ alla manifestazione indetta per questo giorno dal Comitato No GPL, per ribadire la contrarietà della città all’impianto di Punta Colombi a pochi giorni dall’udienza del Tar, in calendario per il 10 maggio. “Il nostro no al deposito è sempre stato chiaro” ha detto il presidente di ASCOM Alessandro Da Re e aggiunge: “Abbiamo deciso di non aderire al ricorso, preferendo altre forme di supporto. Abbiamo confermato che daremo un contributo economico importante per le spese che sta sostenendo il Comitato da mesi.

I nostri negozi abbasseranno le serrande per mezz’ora o un’ora in segno di adesione alla protesta e le vetrine saranno listate a lutto per far capire la prospettiva tragica della città in caso di apertura dell’impianto. Non possiamo chiaramente chiudere tutto il giorno perché si tratta di un sabato e sarebbe troppo pesante per i nostri associati, ma faremo la nostra parte”. Sabato 28 aprile il Corso del Popolo ospiterà la rassegna enogastronomica Bell’Italia e la piazza sarà occupata da numerose bancarelle provenienti da tutte le regioni. Il Comitato No GPL a Chioggia spera che anche gli organizzatori aderiscano alla manifestazione, magari ritardando l’apertura delle vendite al termine della manifestazione.

R. D.

“Sarà molto importante partecipare in massa il 28 aprile alla manifestazione che si terrà a pochi giorni dalla sentenza del Tar prevista per il 10 maggio”.