//Dai festeggiamenti con i Serviti all’incontro del Vescovo con gli alunni delle scuole
Una-vita-un-servizio

Dai festeggiamenti con i Serviti all’incontro del Vescovo con gli alunni delle scuole

SERVE DI MARIA ADDOLORATA – SMAC

“Una Vita un Servizio” n. 1-2018: specchio della vita della Congregazione

Dettagliato il racconto di M. Rossi della celebrazione avvenuta nella chiesa Beata Vergine della Navicella lo scorso 17 febbraio per il centenario dell’aggregazione all’Ordine dei Servi di Maria. L’autrice fa rivivere l’atmosfera di commossa partecipazione che ha caratterizzato l’intera cerimonia. G. Duse recupera la lettera inviata alla “Fede” nel 1879 dal parroco di Pettorazza- Papafava, don Gavagnin.

La lettera, stampata da Padre Emilio Venturini, offre lo spunto per parlare dei pregi del luogo: Duse si sofferma sulla corte Grimani, G. Marangon sulle “Pettorazze”, le chiese gemelle Grimani e Papafava. Ulteriore pregio di quest’ultima, essere stata visitata da Giuseppe Roncalli quando era ancora un giovane sacerdote.

Del messale mariano quale prezioso sussidio per favorire la devozione a Maria, a disposizione in tutte le chiese dal 1987, parla L. De Candido. “Guarda, comprendi, ripara” è il tema discusso durante il ritiro spirituale dalle sorelle della comunità Mater Dolorosa in Messico; di esso sono presentati gli esiti. Da Orizaba a Mixtla, altre sorelle in formazione offrono le loro riflessioni sul senso di amicizia nella sorellanza. Il libro di autori vari sulle placchette devozionali esposte nei musei cittadini, edito dalla Diocesi e da Nuova Scintilla, è portato da G. Duse quale esempio di qualificata pratica di ricerca e di valorizzazione del patrimonio culturale della città.

Di qui il collegamento con l’art. 9 della Costituzione e il richiamo alle celebrazioni del 70° anniversario della prima Legge dello Stato italiano. Ampio lo spazio dedicato alla scuola. Tra le esperienze arricchenti dal punto di vista sociale e ambientale per gli alunni della scuola primaria “Padre E. Venturini”, O. Trevisan ricorda: la visita del Sindaco e dell’Assessora alla P.I., l’incontro con il vescovo Tessarollo, il concerto di Natale, le attività sportive, lezioni e dimostrazioni storiche tenute dal gruppo cittadino promotore della Marciliana.

Non è da meno la scuola dell’infanzia “Seghe” di Velo d’Astico: M. e R. Rossi descrivono le iniziative svolte, tutte caratterizzate da collaborazione, condivisione, confronto. Le insegnanti della scuola dell’infanzia “Angelo Custode” dedicano pagine altrettanto belle all’incontro tra il vescovo e i genitori dei piccolissimi alunni avvenuto a gennaio.

Completa la sezione dedicata alla scuola, un ringraziamento al maestro Giorgio Voltolina che ha realizzato gratuitamente un progetto di musica e di sviluppo della solidarietà verso i bambini del Burundi, coinvolgendo gli alunni della 5ªA della elementare “Marchetti”.

Chiude il numero l’elogio funebre di suor Edvige Scarpa, da parte della Priora generale.

G.D.