//Una delle migliori edizioni!
Gruppo-polifonico-Sardos

Una delle migliori edizioni!

35ª Rassegna corale Tagliolese

35ª Rassegna Corale Tagliolese, che ha visto come ospiti il coro “Gruppo Polifonico Sardos in su coro” di Colle Val d’Elsa (Siena), accompagnato dal presidente Piero Floris, e il coro “Stella Alpina” di Lavarone (Trento), accompagnato dal presidente Roberto Piccinini, è stata senz’altro tra le più partecipate ed apprezzate delle ultime edizioni. Fuori campo, con la platea di sala Europa gremita e in trepida attesa, il conduttore Roberto Marangoni, presidente del gruppo folcloristico “Bontemponi” di Bottrighe, ha presentato il coro “Voci del Delta” di Taglio di Po, organizzatore della rassegna, che ha esordito, sul palcoscenico elegantemente allestito, con “Il Delta Canta”, scritta dal poeta tagliolese Erminio Girardi, musicata dal compianto direttore Egi Pregnolato. Marangoni ha poi salutato i cori ospiti, il sindaco Francesco Siviero, il vice Alberto Fioravanti e l’assessore alla cultura Veronica Pasetto, il parroco frate Maurizio Vanti ofm, il comandante della stazione dei Carabinieri maresciallo Giuseppe Attisani, il presidente del coro “Voci della Rocca” di Breno (Brescia) Giovanni Santicoli e il segretario Mario Furloni, il presidente del Consvipo, Angelo Zanellato, il poeta tagliolese Graziano Uccellatori, Chiara Pozzato, presidente della Compagnia instabile Tagliolese, gli sponsor Usd Tagliolese con il presidente Robertino Bonato e gli amici della cucina dello stand giallorosso, BancAdria-filiale di Taglio di Po, la Protezione civile-gruppo antincendio, i tecnici del teatro e dei vari servizi. Il coro “Voci del Delta”, diretto dal maestro Marco Ruzza ha poi continuato cantando “Caricate”, “La Messe”, musicata da F. Caudana, e “Fiume Po”, musicata da Giorgio Sartore, tutte e tre armonizzate da Egi Pregnolato.

Prima di concludere con la “Ballata del soldato”, tratta dal film “Beretti Verdi”, musicata da Sadler e armonizzata da Uvire, il conduttore Marangoni ha presentato due nuovi cantori entrati nel coro Voci del Delta: Augusto Milani e Gimmy Bonato, artefice di complessi orchestrali del liscio, ma anche i prossimi impegni del coro: sabato 12 maggio alla Casa di riposo “Madonna del Vaiolo” di Taglio di Po; sabato 9 giugno alla rassegna di Olmo di Martellago (Venezia); sabato 7 luglio alla rassegna di Mereto di Tomba (Udine); sabato 14 luglio alla rassegna di Lavarone (Trento). Di seguito, si è esibito il coro “Stella Alpina” di Lavarone, diretto dal maestro Mattia Micheloni, con canti nati nelle trincee del monte Pasubio nella I Guerra Mondiale ma anche con altri canti della montagna ed ha concluso con “Joska la rossa” di Beppi De Marzi che ricorda la ritirata delle truppe italiane in Russia nell’inverno del 1942.

Sono poi stati effettuati i saluti delle autorità presenti, i ringraziamenti dell’emozionato presidente del coro “Voci del Delta” Luciano Corradin a tutti i presenti e i tradizionali scambi di doni. Per ultimo si è esibito il gruppo polifonico “Sardos in su coro” (nella foto), diretto dal maestro Eugenio Dalla Noce, coro non toscano perché composto da cantori di origine sarda, per cui il programma non poteva che essere di canzoni Mariane e popolari della Regione Sardegna. In questo coro, eccezionale è stata la giovane soprano-solista Fiorella Floris, figlia del presidente del Polifonico. Dopo la notturna cena nello stand della Tagliolese e con tante altre esibizioni canore, il coro trentino è ritornato in sede mentre il coro toscano ha pernottato all’Hotel Tessarin e domenica mattina ha visitato il Parco del Delta del Po, con soste al Museo della Bonifica di Ca’ Vendramin, sulla Sacca degli Scardovari, all’Oasi di Ca Mello per poi concludere con un succulento pranzo di pesce, molto bene preparato dagli amici della cucina della Tagliolese calcio.

Giannino Dian