//Brevi da Chioggia n.26 – 2018

Brevi da Chioggia n.26 – 2018

* Giovane Maestro-Catante. Il giovane chioggiotto Matteo Penzo porta a casa un nuovo traguardo cantando al “Gru Village” di Torino in una delle prime tappe di “Casa Sanremo Tour”. Il ragazzo ha iniziato la sua carriera esordendo nel “Piccolo Coro Mariele Ventre” di Padova, diventando poi a 14 anni il direttore più giovane di uno dei cori della galassia dell’Antoniano di Bologna. Matteo ha inoltre inciso testi inediti assieme a nomi di fama come Francesco Fasano.

* Ancora incidenti auto-scooter. Nella giornata di sabato 23 giugno sono successi due incidenti, concludendo una settimana nera per gli scooteristi chioggiotti. I due fatti sono avvenuti uno alle 10 della mattina all’altezza del ponte dei Cavanis e l’altro attorno alle ore 13 nei pressi di Viale Mediterraneo vicino all’Eurospar. In entrambi i casi i due scooteristi non hanno riportato ferite gravi.

* Bambini al premio “Acquerello”. Anche quattro bambini hanno partecipato alla 2ª edizione del “Premio Chioggia Acquerelli in libertà”. Il tema di questa edizione era “Chioggia 1381. Arti, mestieri e monumenti” ispirato al Palio della Marciliana. Il 1° premio è stato vinto da Geremia Cerri (Cremona), il 2° premio invece da Pasquale Mazzullo (Mestre) e il 3° da Samuele Baldina (Campolongo Maggiore). Le opere verranno esposte e successivamente messe all’asta per beneficenza.

* Misteriosa ferita alla testa. Nella sera di mercoledì 20 una ragazza indiana di 19 anni è stata trovata dagli agenti di polizia presso il lungomare di Sottomarina. La ragazza ha fornito agli agenti una versione nella quale compariva la violenza di due ragazzi poiché era stata invitata a salire in macchina per avere un passaggio fino al nostro litorale; i suoi amici invece, un ragazzo 17enne e una 47enne, smentiscono tutto e dicono che si sarebbe ferita a causa di un mancamento.

* Tegnue lasciate in abbandono. Continua il dibattito per non lasciare in balia del degrado le Tegnue. Piero Mescalchin dice che fino a quando la manutenzione al “paradiso marino” era gratuita tutto andava bene, quando invece sono arrivati i fondi regionali per il mantenimento del sito tutto ha cominciato a non funzionare. Molti sub sono costretti a rinunciare all’immersione perché nel luogo non sono presenti boe.

* Emergenza argini. Via Montalbano in pericolo per l’emergenza argini. Il capogruppo del M5S Bonfà, che risiede a Valli, dice che in via Montalbano sono presenti molti residenti che si spostano da un capo all’altro della frazione. Nella strada c’è stato il cedimento di un argine del fossato che ha comportato il conseguente avvallamento del sedime stradale. I vigili del fuoco consigliano di intervenire.

* La ladra della spiaggia. Paola Paganin, 62enne chioggiotta, è stata colta in flagranza di reato da un brigadiere della stazione dei carabinieri di Chioggia mentre frugava tra le capanne dei bagnanti dello stabilimento Clodia. Paola aveva studiato un piano semplice, ma per lei l’avventura si è conclusa molto presto. La donna era già nota agli agenti poiché nel 2009 era stata scoperta rubare all’ospedale di Padova.

* Kite surf anche a Chioggia. Nella seduta della giunta di martedì 19 giugno una porzione di litorale è stata riservata alla pratica del kite surf, sport di ultima generazione. Il provvedimento prevede che l’associazione “Spin out” posizioni sulla spiaggia un prefabbricato di mq 40 e che possa usufruire dello specchio d’acqua antistante per una larghezza di m. 50. Occasione utile per attrarre turisti in modo sportivo.

* Vincita esorbitante a Chioggia. I titolari dello storico bar Italia sono lieti di annunciare che nel loro bar sono stati vinti la bellezza di € 500.000. Dicono che probabilmente sono stati vinti da un gratta e vinci da € 5 che si chiama “Battaglia Navale”. Potrebbe anche essere che la vincita sia di qualche turista, ma i titolari si augurano che la vincita sia di uno dei loro clienti abituali.

* Pesca illecita, multato chioggiotto. Un chioggiotto di 71 anni è stato colto in flagrante dalla motovedetta dei carabinieri “Antonio Fava” mentre pescava illecitamente molluschi. Il signore aveva con sé kg 600 di vongole veraci e per questo è stato multato dai militari con una sanzione di € 2.000, più un’altra multa per il fatto che l’auto dove trasportava i molluschi non aveva la necessaria autorizzazione per il trasporto di prodotti alimentari.

*Uffici SST. Durante i mesi di luglio e agosto 2018, l’Ufficio Clienti/Protocollo e l’Ufficio per la riscossione dei tributi della SST, che si trovano presso la Direzione del Mercato Ittico, in via G. Poli 1, rimangono chiusi al pomeriggio.

Gli Uffici saranno quindi aperti al pubblico col seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30.

Mattia Varisco