//Nettezza urbana?
nettezza-urbana

Nettezza urbana?

Gli aspetti carenti e “maleodoranti” della raccolta rifiuti…

Rifiuti urbani a raccolta differenziata a “scartamento ridotto” durante i mesi caldi di luglio e agosto a Cavarzere e con i cassonetti maleodoranti sia per il loro contenuto sia perché raramente sono sottoposti a lavaggio. È quanto i cittadini utenti del servizio hanno potuto osservare, accertare e “odorare” di malavoglia per un costoso servizio, spesso soggetto ad aumenti per la “necessità di tenere il bilancio in pareggio”. Forse diventato ancora più carente in seguito all’appalto del servizio anche nel comune della vicina Cona da parte della Veritas.

Un servizio che, con la raccolta differenziata e la vendita di rifiuti riciclabili, avrebbe invece dovuto diminuire i costi, come era stato promesso. Ma si sa ormai che le promesse, nonostante l’antico adagio popolare, non rappresentano più un debito… Quali sono i giorni fissi della raccolta, se si fa eccezione per l’umido e il secco, è difficile saperlo per la carta (in un unico cassonetto) e così la plastica, le lattine e il vetro in particolare. Spesso il cittadino quando si reca a svuotare i suoi rifiuti trova i cassonetti pieni zeppi. E che fa? O se li riporta a casa, o li deposita sul posto (cosa che non dovrebbe succedere stando le ammende previste in materia).

E allora? Questo disservizio si potrebbe evitare evidenziando nei punti ecologici i giorni e gli orari di raccolta: così come si fa per il verde, la frazione umida e il secco, e gli ingombranti destinati al Centro raccolta. Provvedimento sollecitato ma la cui richiesta è rimasta inevasa… Mentre per quanto riguarda la raccolta delle cose pericolose (medicinali, batterie o pile scariche, ecc…) occorrerebbe per lo meno lavare i contenitori, evitando che siano sommersi dall’erba che li rende pressoché inservibili (caso eclatante di via La Torre e Dalla Chiesa). Nel calendario della raccolta differenziata si fa rilevare che “i rifiuti sono un tesoro”.

Facciamo quindi che questo “tesoro” rappresentato dal riciclaggio non sia solo appannaggio della società che gestisce il servizio, ma anche un vantaggio tariffario per gli utenti, oltre che un servizio più agevole per i cittadini. I quali si lamentano, non a torto e da molto tempo, che l’abbandono dei rifiuti e il crescere dell’erba attorno ai cassonetti rappresentano un problema igienico-sanitario non solo per la maleodorazione ma anche per il richiamo di bisce, topi di fogna e zanzare.

R.F.