//Sotto attenta sorveglianza
Ponte-del-Musichiere

Sotto attenta sorveglianza

PONTE DEL MUSICHIERE

Una “prova di carico” per verificare l’effettiva situazione

Lunedì 24 settembre è stato effettuato un serio controllo al ponte del Musichiere, il cui stato probabilmente precario era stato già segnalato da noi da vario tempo e ultimamente da un cittadino per una vistosa crepa. Il controllo ha evidenziato che le problematiche presenti sull’asfalto erano in corrispondenza dei giunti di dilatazione ed il ponte è stato riportato al transito consueto, regolato dal semaforo.

Martedì 25 si è tenuto un vertice tra Comune, Provveditorato alle opere pubbliche del Triveneto, Autorità di sistema portuale (di prossima competenza sul ponte) e Capitaneria di porto per decidere eventuali misure di prevenzione da adottare sul ponte e la relativa tempistica.

Si è stabilito di effettuare in tempi brevi una prova di carico per accertare se il ponte “tiene” oppure no e in base all’esito della verifica decidere eventuali interventi di manutenzione.

Come tutti sanno, il ponte è stato costruito ai tempi del televisivo “Musichiere” (anni 1957-1960), su sollecitazione del presentatore Mario Riva rivolta al ministro dei lavori pubblici di allora. L’idea ebbe buon esito e il ponte fu costruito in poco tempo.

Di acqua perciò ne è passata parecchia sotto questo ponte che è l’unica via carrozzabile fra la Tombola e i Saloni, un quartiere nato quasi per caso tra industrie di vario tipo e abitazioni e ora diventato un’utile area di parcheggio.

Ovvio che la chiusura di questo ponte provocherebbe disagi non indifferenti.

Esso è già passato sotto visita l’anno scorso, quando una ditta specializzata ha effettuato una “ispezione” a tutti i 62 ponti di Chioggia, pedonali o meno. Fra questi il ponte del Musichiere, sul quale venne attuato il senso unico alternato regolato da tre semafori e prolungato temporalmente l’estate scorsa.

A.P.