//Opere di sicurezza sull’Adige
Adige_loc-Bellina

Opere di sicurezza sull’Adige

LAVORI PUBBLICI

In  località Bellina, con una spesa di € 1,2 milioni a carico della Regione Veneto

Lungo la sponda destra dell’Adige, in località Bellina, sono ripresi i lavori relativi al secondo lotto dell’opera idraulica di rafforzamento arginale.

Lavori che consentiranno la realizzazione di un nuovo diaframma plastico per ridurre le filtrazioni d’acqua che si manifestano periodicamente verso la campagna circostante durante le piene fluviali eccezionali e anche ordinarie. L’intervento prevede una spesa complessiva di € 1,2 milioni.

Secondo quanto ha dichiarato l’assessore regionale per la difesa del suolo, Giampaolo Bottacin, “hanno lo scopo di ripristinare al meglio le condizioni di sicurezza idraulica e idrogeologica, messe a rischio dagli eventi eccezionali che hanno colpito l’area nel recente passato, “ma che possono ripetersi anche in futuro.

Il diaframma plastico, una miscela di bentonite, cemento ed acqua, avrà una lunghezza di circa 200 metri, in continuazione verso monte di quello del tutto analogo eseguito nel 2016.

La nuova opera idraulica, come la precedente, avrà uno spessore di 60 cm e una profondità di circa 20 metri a partire dalla sommità arginale del fiume.

Altri lavori in progetto riguardano la sistemazione della difesa al piede arginale interno, lato alveo, mediante la ricarica con pietre di 50-200 e 200-500 chilogrammi, nonché la realizzazione della banchina fluviale interna, con scavo e riporto di materiale terroso recuperato all’interno del cantiere di lavoro.

Rolando Ferrarese