//Piccoli grandi uomini
piccoli-grandi-uomini

Piccoli grandi uomini

La scoperta del proprio destino. Cosa farò da grande? Alzi la mano chi almeno una volta nella propria vita non si è posto questa domanda capace davvero di mettere in crisi un ragazzo. Passano gli anni e la stessa domanda torna, riproponendosi nella forma di “cosa farà da grande?” nel momento in cui, come genitore, si inizia a riflettere sul futuro dei propri figli e sulla scuola da fare dopo la terza media. Liceo, istituto tecnico, scuola professionale?

Certo non è facile a 14 anni decidere il proprio futuro, avere le idee chiare su cosa si vuole diventare. Le opportunità e gli interessi sono tanti e la scelta, spesso percorsa da molti dubbi, non è facile. Per fortuna a volte nella vita ci vengono in aiuto e ci mostrano la strada i sogni, le naturali inclinazioni quando non anche il caso, o se si vuole la provvidenza.

Questo libro, disegnato da Luca Salvagno e sceneggiato da Ottavio De Angelis e Beppe Ramello, raccoglie e ripropone alcune storie pubblicate alcuni anni or sono su “Il giornalino”.

Sono le storie di 8 ragazzi, assai differenti tra loro per epoca storica, area geografica e ambiente sociale, che hanno un unico denominatore comune: ciascuno dei protagonisti, ognuno nel proprio campo, diventerà un numero uno. Ma la particolarità di queste storie è nel racconto, che non è una semplice biografia tout-court di 8 personaggi famosi, bensì una narrazione per immagini focalizzata a descrivere il momento ciascuno dei protagonisti corre incontro al proprio destino, scopre la propria vocazione, ovvero capisce quale è la propria personale risposta alla domanda: “Cosa farò da grande?”.

In “Piccoli grandi uomini” sono narrati quegli episodi vitali che hanno indicato un percorso, le esperienze che hanno cambiato la vita e che hanno consentito di far emergere, per caso o per necessità, quelle caratteristiche che hanno in qualche modo segnato il glorioso destino di questi personaggi. Come il piccolo Charlie, “Little Tramp”, che si improvviserà attore comico sul palcoscenico di un teatro per sostituire la madre malata e indigente, dando così il via, tra comicità e disincanto, alle avventure di quell’omino buffo con baffetti, bastone e scarpe da grandi che il mondo conoscerà e apprezzerà poi come Charlot.

Completano e arricchiscono il volume la prefazione e la postfazione di Gianni Brunoro.

(N. S.)

Luca Salvagno, Ottavio De Angelis, Beppe Ramello, Piccoli grandi uomini. La scoperta del proprio futuro, Festina Lente Edizioni, Ferrara 2018, pp. 88, € 13.