//Festa del Ciao: “Ci prendo gusto”

Festa del Ciao: “Ci prendo gusto”

L’anno dell’ACR è da poco iniziato nelle varie parrocchie e non poteva mancare la tradizionale Festa del Ciao nella quale i bambini e i ragazzi di tutta la diocesi si ritrovano per iniziare insieme il nuovo cammino. Tutti i ragazzi di ACR, dai piccolissimi ai giovani si sono ritrovati a Cavarzere presso il patronato Canossiano San Pio X per condividere un pomeriggio di gioco ma non solo. Gli educatori hanno guidato i ragazzi delle medie e delle elementari alla scoperta del mondo della cucina e del cibo. I bambini si sono trasformati per un giorno in cuochi e attraverso 4 tappe (“Acr in cucina”, “Ciak si gira”, “una Ricetta speciale”, “Il mio orto”) hanno sperimentato il lavoro in cucina,la buona pubblicità, il lavoro della buona coltivazione dei cibi, della loro conservazione con un occhio anche a chi è meno fortunato di noi. I ragazzi delle medie in particolare sono stati chiamati a riflettere sulle disuguaglianze del nostro pianeta legate proprio alla questione dell’alimentazione. La cucina sarà l’ambientazione educativa che accompagnerà i ragazzi durante tutto l’anno e sarà il pretesto per poter parlare ai bambini e ai ragazzi dell’importanza della condivisione, della carità e dell’incontro con Cristo. Proprio per questo alla fine delle attività ad ogni squadra è stata consegnata una “Mistery Box” che hanno aperto tutti insieme e che conteneva un “ricettario”, che poi è stato consegnato ad ogni bambino, un supporto non digitale ma fisico, dove poter fissare tutti gli “ingredienti” della propria vita a partire dalle attività della giornata e dalle amicizie nate o consolidate durante la festa del Ciao 2018. Alle attività è seguita la merenda che proprio i ragazzi hanno preparato in cucina con gli educatori. A conclusione della giornata, il parroco di San Mauro, don Achille, e l’assistente Diocesano ACR, Don Matteo, hanno celebrato la Santa Messa nel duomo di San Mauro insieme a tutta la comunità parrocchiale. In conclusione non possiamo non rivolgere un enorme ringraziamento a tutti coloro he hanno reso possibile la buona riuscita della festa: il parroco don Achille, i Padri Canossiani, gli educatori del progetto Aliante (con i quali si è iniziata una bella collaborazione), tutti gli educatori dell’equipe diocesana di ACR, i bambini, i ragazzi, i genitori e tutti coloro che in vario modo hanno reso questa festa un successo! Vi ricordiamo, inoltre, il prossimo appuntamento diocesano: domenica 10 febbraio 2019, a Chioggia, per la tradizionale Marcia della Pace. Vi aspettiamo! (Marco Longhin)