//BREVI DA CHIOGGIA n.46-2018

BREVI DA CHIOGGIA n.46-2018

* Rinnovato a Veritas l’affidamento dei servizi di gestione della TARI, fino al 2038! Una tale durata, ha spiegato l’assesore alle partecipate Daniele Stecco, permetterà di vedere la fine dei contenziosi in corso con la società. Sorprende la cieca e ventennale fiducia: eccepisce Montanariello (consigliere dem) che non si è fatto lo sforzo di mettere a confronto Veritas con altre società presenti nell’Albo del ministero, e i contenziosi dovranno finire ben prima del ventennio.

* Il 28 novembre è stato presentato a Chioggia il “Controllo del vicinato”, strumento di prevenzione della criminalità che prevede la partecipazione attiva dei residenti in collaborazione don le forze dell’ordine. Lo hanno presentato il vicesindaco Marco Veronese, il vicecomandante della polizia locale Francesco Telloli e alcuni referenti dell’associazione nazionale fondata nel 2013. Controllo del Vicinato è già presente a Sant’Anna e Ca’ Lino dove hanno aderito gratuitamente 102 famiglie.

* Forse al termine la diatriba tra proprietari di una parte del terreno ove sorge il Centro minori di Ridotto Madonna: storia vecchia di 11 anni, al momento un monumento allo spreco. Mai terminata, mai utilizzata. Il comune ha eseguito i lavori pur non raggiungendo l’accordo per l’esproprio con i proprietari di appena 42 metri quadri del terreno, seppure non pressata da una sentenza in merito l’amministrazione attuale si propone di chiudere il contenzioso liquidando a questi ben 163.548 euro. Sembrano tantissimi, critica l’opposizione, ma risponde la maggioranza che aspettando potrebbe finire anche peggio visto che i proprietari ne chiedono 247.719!

* Approda in senato l’interrogazione, a firma del sen. Andrea Ferrazzi (eletto per Veneto tra le fila del PD), in proposito alla legittimazione della proprietà degli immobili costruiti ante 1967 sulla fascia costiera che si affaccia sul Lusenzo. Da sempre oggetto di passaggi di proprietà regolarmente passati al rogito fin quando l’Agenzia del Demanio ha eccepito che questi sono sorti in area totalmente o parzialmente demaniale, chiedendo addirittura il pagamento allo Stato del valore delle costruzioni. Trattasi di edifici certo non di lusso, riconoscerne la proprietà a chi oggi li ha ereditati o acquistati tempo orsono in perfetta buonafede sarebbe un “Atto di giustizia – dice Ferrazzi – che ha anche il consenso di tutte le parti politiche”.

* Entusiasmante incontro all’hotel Le Tegnùe a proposito del progetto Ciclability, Chioggia non vuole perdere l’occasione di far parte del circuito ciclabile che collega Monaco a Venezia attraverso le Dolomiti. Parola di Giuliano Boscolo, vicepresidente di Lidi Chioggia e presidente Asa: “Servono però i due ponti, uno sul Brenta e uno sull’Adige e una ciclabile lungo la Romea”. Il turismo ciclabile, se pure di nicchia, è molto appetibile perché chi lo pratica ha mediamente maggiore possibilità di spendere della media, fino a 180euro al giorno ha assicurato Giulietta Pagliaccio presidente Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta).

* Il vicesindaco Marco Veronese, in risposta ad una interrogazione di Marco Dolfin in forza alla Lega, ha assicurato che la Polizia locale si trasferirà entro l’anno nella nuova sede di Isola Saloni: le infiltrazioni rilevate nell’edificio saranno sanate in tempi brevi dalla stessa ditta costruttrice.

* Ben 49 proprietari di terreni edificabili, ma ricadenti in aree per le quali manca ancora un piano di lottizzazione, hanno chiesto ed ottenuto che i terreni ritornino allo status di agricoli in modo da non pagare più l’esosa tassa IMU.

E. B.