//2019 dedicato alla manutenzione
consorzio-delta-po

2019 dedicato alla manutenzione

CONSORZIO BONIFICA DELTA PO

Il Consorzio di Bonifica Delta del Po, con sede in via Pordenone 6 a Taglio di Po, ha approvato il Bilancio di Previsione per l’esercizio finanziario 2019. Come sempre, nel pieno rispetto dei termini di legge, l’Assemblea del Consorzio di Bonifica Delta del Po il 28 novembre scorso ha approvato il bilancio di previsione nel quale sono rappresentate le entrate che saranno introitate e le spese che verranno sostenute nel 2019 con una contribuenza tra bonifica e irrigazione di € 7.771.000.

Si tratta del penultimo bilancio di previsione per l’amministrazione del presidente Adriano Tugnolo e, se il 2018 rappresentava, per l’amministrazione in corso un bilancio incentrato sulla parola “Risparmio”, il 2019 è caratterizzato da una particolare attenzione alla “manutenzione della rete di scolo e della rete irrigua con il minor impatto possibile sull’aumento della contribuenza, appena dello 0,9%. “Abbiamo caratterizzato il bilancio di previsione 2019 – afferma il presidente Tugnolo, contenendo in maniera importante l’aumento della contribuenza rispetto agli anni scorsi, ma nello stesso tempo riservando una straordinaria attenzione alla manutenzione del territorio attraverso l’impiego di maggiori risorse nei servizi e nell’impiego del personale stagionale e nella manutenzione dei mezzi a disposizione del consorzio”. “L’amministrazione del Consorzio di Bonifica Delta del Po – ha spiegato il direttore generale ing. Giancarlo Mantovani – ha fatto un grande sforzo negli ultimi 4 anni sul fronte finanziario attraverso una accurata gestione dei pagamenti e degli incassi, tanto che durante l’anno in corso il Consorzio non ha mai utilizzato il fido con il tesoriere, risparmiando l’intera somma di € 25.000 per interessi passivi messa a previsione a inizio anno 2018.

Lo sforzo economico che i consorziati hanno compiuto negli anni precedenti ha permesso di arrivare alla costruzione di un bilancio di previsione 2019 dove la previsione di entrata dalla Regione Veneto per <l’esercizio e la manutenzione degli impianti idrovori> è di appena € 124.000, contro importi superiori ad 1 milione di euro di pochi anni fa. Lo sforzo dei consorziati assume un peso ancora maggiore se si considera che la Regione del Veneto dal 2012 non ha più sostenuto la piccola contribuenza sotto € 16,53”.

Il 2019 è anche il 4° anno della collaborazione del direttore generale Mantovani con il Consorzio Adige Po di Rovigo. Tale collaborazione è frutto di un accordo fortemente voluto e siglato dei due presidenti dei Consorzi di Bonifica della provincia di Rovigo, Adriano Tugnolo del Delta del Po e Mauro Visentin dell’Adige Po, e costituisce un valore importante per entrambi i Consorzi creando delle opportunità che non sarebbero state alla portata dei due Enti presi singolarmente e che si possono suddividere in due grandi tipologie, quella delle sinergie operative e quella delle sinergie finanziarie.

Tale collaborazione si è inoltre estesa anche al settore Catasto e al settore Ragioneria dei due consorzi, tramite rispettivamente il geom. Luca Milan e il dott. Andrea Vicentini. Le collaborazioni permettono ai due Consorzi di ridurre in maniera importante i costi del personale e nello stesso tempo creano delle fondamentali sinergie nella risoluzione delle problematiche comuni. Il presidente Tugnolo ha infine espresso apprezzamenti e ringraziamenti per tutti i componenti dell’Assemblea consorziale e anche a tutto il personale che ha operato con grande senso di responsabilità per ottenere questo importante risultato che va a beneficio dell’intera comunità.

Giannino Dian