//Lo spirito cristiano, in musica
Ochestra-Sinfonica-e-Coro-Tullio-Serafin

Lo spirito cristiano, in musica

CORO E ORCHESTRA “T.SERAFIN”

Applausi convinti per l’immancabile concerto di Natale in cattedrale

Il Natale sta purtroppo secolarizzandosi; ma fortunatamente ha riservato ai numerosissimi presenti in Cattedrale, la sera del 23 dicembre, una buona possibilità per accostarsi più degnamente al vero spirito cristiano e natalizio attraverso una serie di esecuzioni musicali di prim’ordine. A fornirci tale prezioso spunto sono stati,  per la 24ª volta, il Coro e l’Orchestra “Serafin” di Cavarzere sotto la sapiente ed accurata guida del M° Renzo Banzato, il loro fondatore.

Attesissimi i due complessi cavarzerani si sono esibiti in una serie di brani, in maggior parte dal sapore natalizio, ma tutti fonte di meditazione, di invito al mistero della nascita di Cristo, o di ringraziamento per il grande dono ricevuto, aiutati dagli interventi di presentazione di Paolo Padoan.

Le ampie navate della Cattedrale di Chioggia hanno accolto lo splendore del “Tantum ergo” KV 197 del diciannovenne Mozart, il notissimo “Adagio” attribuito ad Albinoni, l’eucaristico “Panis Angelicus” di Cèsar Franck, la supplichevole “Ave Maria” di Bach-Gounod con la voce pura e ispirata di Miranda Bovolenta, il festoso “Jubilate Deo” del contemporaneo Marco Frisina, la delicata e tenue “Vierge Marie” di Francis Lopez, l’invitante “Adeste fideles”, tradizionale e diffusissimo in tutto il mondo.

Esecuzioni splendide, proposte nella 1ª parte della bella serata promossa dal Comune di Chioggia e dalla locale Pro Loco e con il contributo di BancAdria, Cam, Porto turistico San Felice, Lidi di Chioggia, Ditta De Bei&Bonacic, Bertonauto e Villa Momi’s.

La 2ª parte ha coinvolto tutti nella tipica, serena e accogliente atmosfera natalizia. I celebri canti tradizionali di oggi e di tempi passati, sempre graditi, festoso ricordo a volte degli anni d’infanzia, hanno fatto presa ancor più sul pubblico che, in più occasioni, è scattato in piedi per applaudire i bravi esecutori ed il loro Maestro, unendoli anche all’affidabilissimo organista Graziano Nicolasi e al primo violino Tiziana Chiarion.  Pure Miranda Bovolenta è stata festeggiata dopo l’esecuzione di “In notte placida” e di “O Holy Night”, mentre il Coro e l’Orchestra, con interventi puntuali e corretti, hanno confermato la loro riconosciuta professionalità e bravura.

Al termine, dopo il trionfale “Alleluja” di Haendel e prima dell’immancabile bis, sono intervenuti, per un loro saluto, il sindaco Ferro ed Erika Baldin, rappresentante la Regione. La Pro Loco, per mano del presidente Marco Donadi, ha consegnato fiori alla Bovolenta e alla Chiarion ed un dono speciale al maestro Banzato. Pure l’A.S.A. (Associazione Albergatori Sottomarina-Chioggia) ed il Consorzio di Promozione Turistica “Lidi di Chioggia”, attraverso il presidente Boscolo Giuliano Ceggion, hanno consegnato targhe di stima e di gratitudine al M° Banzato, all’Orchestra e al Coro, fra gli applausi del pubblico. L’anno prossimo ricorrerà il 25° anniversario della presenza in Cattedrale del Complesso cavarzerano e già da ora le congratulazioni ed i ringraziamenti sono d’obbligo da parte di tutta la città.

p.p.