//Tre eventi da segnalare
Il-gruppo-con-il-Sindaco

Tre eventi da segnalare

PORTO TOLLE

Alunni in visita, velobox, gesto di solidarietà

Abbiamo scelto 3 fatti fra i tanti che in questi momenti interessano il territorio. Sono fatti che coinvolgono i cittadini e soprattutto il futuro per qualcuno. Il 1° è il caso dei ragazzi della classe 1ªD del corso “Pesca commerciale e produzioni ittiche” dell’Ipsia di Porto Tolle che hanno voluto, con i loro insegnanti, capire meglio cos’è il Municipio per un territorio. Il 2° è la posa “in opera” di due velobox nel territorio deltino, i primi della sua storia. Il 3° e ultimo fatto è l’incontro in sala consiliare per la consegna di un contributo ad una famiglia di Porto Tolle da parte della nazionale piloti di Patrese e del presidente Mario Di Natale alla presenza del campione del mondo di Braccio di ferro, il portovirese Ermano Marangon (nella foto in alto).

È stato proprio il sindaco Pizzoli con l’assessore Bertaggia a fare da guida per la visita in Municipio per far scoprire non solo gli uffici che fanno funzionare l’Amministrazione, ma anche le varie sedi dove si decide cosa fare per il territorio: la sala giunta e la sala consiliare. Per poi ascoltare dalla viva voce dei capi area o degli addetti come funziona l’apparato. Non sono mancate le domande: la più importante può ritenersi quella relativa al rapporto con il cittadino, il vero cavallo di battaglia di Pizzoli che già nella conferenza stampa di fine anno ha evidenziato che sono centinaia le persone che chiedono un incontro. Queste domande dei ragazzi stanno a significare come conta l’Educazione Civica nelle scuole o comunque questo genere di incontri. Se poi fanno parte del progetto della scuola diventa oltremodo importante per il futuro dei nostri giovani. Il giorno dopo la stessa classe è stata in visita al Centro ittico Bonello di Veneto Agricoltura accompagnata dalle prof.sse Armanda Tosato e Lorena Tasso. Il biotopo Bonello è una piccola valle da pesca stralciata allorquando nel 1966, con l’alluvione, si sono bonificate quelle valli vicine alla Sacca di Scardovari. Bonello è rimasto così grazie alla scelta che fece allora l’Ente Delta Padano di un progetto pilota per l’allevamento del pesce. Anche il Consorzio coop. pescatori del Polesine, con sede a Scardovari, ha avuto modo di fare delle progettazioni sull’allevamento della vongola. Gli studenti hanno potuto capire come viene sperimentato l’allevamento di specie ittiche quali orate e cefali. Sono stati gli operatori della valle Antonio Mancin e Diego Garbi ad illustrare il percorso dell’allevamento, dagli avanotti alle taglie commerciali, mostrando anche il sistema di cattura del pesce e come poi viene selezionato. Insomma una mattinata importante per questi studenti che ora hanno chiesto che alcune lezioni del corso possano proprio essere programmate in questo centro che dispone di un punto sosta per lezioni o incontri.

Il 2° fatto è che ora anche a Porto Tolle insistono due velobox, due rilevatori di velocità elettronici che, secondo il sindaco, sono stati chiesti dalla cittadinanza. Uno è stato collocato lungo la strada provinciale Ca’ Tiepolo – Tolle e l’altro sulla strada che porta a Bonelli. Pizzoli ha però dichiarato: “Non mi piace l’idea dei velox, non ne abbiamo mai avuti e va bene così”. Pare però che vi sia l’intenzione di porre un altro velobox in località S. Giorgio lungo la provinciale Ca’ Venier-Ca’ Zuliani. Su questo fatto è intervenuto il consigliere comunale di minoranza Silvia Siviero che, pur dichiarando che “l’installazione di velobox sul territorio comunale ha infiammato la discussione sulla reale efficacia di questi appostamenti fissi dividendo i favorevoli dai contrari”, ritiene più significativo un intervento strutturale sulla strada, rispetto alla posa del velobox a Bonelli, sul tratto di strada di Bonelli che è perennemente bagnato, trafficato,  e pericoloso per il fondo impraticabile. Si sa comunque che la Provincia ha già programmato un progetto che però non sappiamo quando vedrà la luce stanti le difficoltà di fondi dell’Ente.

Il 3° fatto si è vissuto in sala consiliare per la consegna di un contributo alla famiglia Sartori per il figlio Simone che abbisogna di un importante e difficile intervento e frutto del ricavato in occasione della “Partita del cuore” svoltasi lo scorso settembre. Per l’occasione e grazie alla solerzia organizzativa di Vito Zanellato in sala consiliare è arrivato anche il presidente della nazionale piloti di Patrese, Mario Di Natale, che da anni segue il team dei piloti per ricavare fondi per questo tipo di solidarietà. Gli onori di casa li ha fatti il sindaco Pizzoli con l’assessore Vendemmiati; al tavolo della presidenza anche Sandro Santin, l’ex assessore e promotore dell’evento Vilfrido Siviero, il campione del mondo di braccio di ferro Ermano Marangon, Stefano Cacciatori, il vice sindaco Silvana Mantovani. I genitori di Simone hanno quindi ringraziato per il gesto, mentre Vito Zanellato ha elencato quanti hanno voluto essere dell’iniziativa che ha portato al “Cavallari” di Porto Tolle diverse centinaia di persone per vedere la partita di solidarietà ripresa anche da Delta Radio, presente in sala con Salvatore Binatti e Riccardo Travaglia. In sala anche Cinzia Milani che 30 anni fa fu tra le prime a ricevere questa solidarietà dei piloti per un difficile intervento al cuore che la portò negli Stati Uniti e che ora conduce una vita normale, come ebbe a sottolineare l’ex sindaco Claudio Bellan nella dedica in occasione della “Partita del cuore” del 2018. È stata anche l’occasione per la presentazione del prestigioso libro di Paolo Donà, Sergio Aldighieri e Massimo Zilio che racconta la lunga storia della Nazionale piloti, 36 anni di promozione e solidarietà e una raccolta fondi di oltre 16 milioni di euro in beneficenza.

 Luigino Z.