//A valanga nel ghiaccio di Brunico
clodiense

A valanga nel ghiaccio di Brunico

CLODIENSE

La Clodiense asfalta il Sankt Georgen nella sua tana ghiacciata con un sonoro 4-0 che, stavolta, non ammette repliche. Partita perfetta della squadra di Vittadello, arrivata in Val Pusteria il giorno prima dopo un viaggio che è stato una autentica odissea a causa dell’autostrada bloccata dalla neve e dal ghiaccio. E alla fine arriva una vittoria che è tanta roba anche in chiave salvezza perché ottenuta contro una diretta rivale e perché accorcia una classifica che adesso non fa rimanere tranquille parecchie squadre. I granata arrivano alla sfida di Brunico privi di capitan Alberto Ballarin, squalificato dopo l’espulsione rimediata contro l’Arzignano e con in panchina il portiere, ex Adriese, Motti, appena arrivato il giorno prima in laguna.

Vittadello si affida stavolta al 4-4-2, rinforzando il centrocampo con l’innesto di Martino e scegliendo una difesa giovanissima ma ottimamente condotta dal veterano Cuomo. Davanti micce accese per i cannonieri Fioretti e Cinque.

Nel sintetico ghiacciato, spazzato dalla neve qualche minuto prima del match, non è semplice giocare ma la Clodiense si adatta alle condizioni del terreno di gioco abbastanza velocemente e fa capire al Sankt Georgen che la giornata per gli altoatesini non sarà semplice. A dire il vero ci provano entrambe le squadre in avvio di gara, ma il primo acuto arriva al 22’ ed omaggia i granata del primo gol: cross di sinistro di Granziera e Cinque di testa angola bene e Demetz è battuto. Punto nell’orgoglio il Sankt Georgen prova a reagire, ma la difesa lagunare non è in vena di regali. Nella ripresa, nel giro di sette minuti la Clodiense chiude la pratica. Al 9’ Acampora guadagna il fondo e crossa per Cinque la cui torsione di testa è difficilissima ed efficace e per Demetz, ancora una volta, non c’è niente da fare. Sull’onda dell’entusiasmo arriva pure il 3-0 al 16’ quando l’arbitro concede il rigore dopo che Treccani tocca il pallone con le mani: il tiro dal dischetto di Nappello viene respinto da Demetz, ma l’attaccante è bravo a ribattere in gol. Partita in ghiaccio e c’è pure lo spazio per il 4-0, al 35’, ed il tris personale di Cinque che raccoglie di prima intenzione una bella assistenza di Baccolo. Cinque che sfiora addirittura il pokerissimo, ma la vittoria non è in discussione.

Daniele Zennaro

(Foto tratta da chioggianews24.it: il 3-0 di Nappello)