//Libri n.7 – 2019
libri-7-2019

Libri n.7 – 2019

vidolamiapaceGuarire le ferite

Una giornalista americana, già redattrice del New York Post e del New York Daily News, racconta la sua storia drammatica e felice. Avendo subìto violenza da piccola, conduce il lettore attraverso il suo cammino di recupero, che l’ha condotta all’incontro con Cristo nella fede cattolica. La narrazione incrocia in un vivo paragone alcuni santi, antichi o recenti, segnati da esperienze di acuta sofferenza, tentazione e di violazione sessuale: Bakhita, bambina africana diventata suora canossiana, Gemma Galgani, Teresa di Lisieux, Maria Goretti, Laura Vicuna, Dorotay Day, Bernardo di Chiaravalle, Tommaso d’Aquino e altri. Un paragone discorsivo e spezzettato apre a una prospettiva terapeutica, soprattutto nei riguardi di persone che abbiano subito il trauma della violenza sessuale.

A.B.

Dawn Eden, Vi do la mia pace, Un cammino spirituale per le persone vittime di abusi, San Paolo, Milano 2018, pp. 268, € 2,00

ascoltovialdialogoI percorsi dell’ascolto

Siamo tutti bravi a parlare. Siamo altrettanto bravi ad ascoltare? È il caso di farsi prendere per mano lungo le vie del silenzio e dell’ascolto, del dialogo e dell’accoglienza. Ci conduce la profonda esperienza umana di un magistrato della Corte di Cassazione, con un linguaggio semplice e ricco, attraverso i passaggi dell’udito, dello sguardo, dell’intelletto, del cuore, della parola. L’ascolto apre al dialogo, all’incontro vero, alla fraternità. Queste pagine, arricchite anche da molte significative citazioni, possono rinfrescare le zone di aridità dei nostri rapporti umani.

A.B.

Adriano Patti, Ascolto via al dialogo, San Paolo, Milano 2018, pp. 238, € 20,00.

 

contuttafranchezzaGalleria di ricordi su p. Fausti

Sento il dovere, se non addirittura l’obbligo morale, di attirare l’attenzione su questo libro che raccoglie ricordi e testimonianze di persone che nel corso della loro vita hanno conosciuto e frequentato p. Silvano Fausti, della Compagnia di Gesù, passato all’eternità, sulla quale tanto ha scritto, il 24 giugno 2015 (37° anniversario della mia ordinazione sacerdotale). Dovere morale, dicevo, perché p. Silvano è stato e continua ad essere per me maestro dello Spirito nella meditazione e preghiera della Parola di Dio, ha da sempre ispirato le mie omelie e la lectio divina che propongo ogni giovedì nell’ufficio parrocchiale della chiesa S. Andrea, in Chioggia, per tutta l’Unità Pastorale e non solo. Devo molto a p. Fausti per avermi insegnato ad amare la Parola di Dio, a “sentirla viva”, “parlante alla mia vita” più quotidiana, al “vissuto del mio oggi” più attuale e concreto: tutto questo attraverso la sua passione per i Vangeli, soprattutto a coniugare la Parola antica del Vangelo con la cultura, mentalità del nostro tempo, individuando (come tradizione della Compagnia di Gesù) criteri per un vero discernimento personale e comunitario in vista di scelte coraggiose per una autentica e anticonformistica testimonianza del cristiano “del” nostro tempo, “in” questo nostro tempo: su questo gli devo moltissimo! Il libro risulta essere una ricca galleria di ricordi e di testimonianza di persone (sono ben 39) che ritraggono a più mani la originale personalità di un grande maestro spirituale e profeta dei nostri tempi, dove la centralità della vita secondo lo Spirito è la Parola di Dio, letta, meditata, pregata, contemplata sullo stile della lectio divina. “Con tutta franchezza e senza impedimento”: con queste parole che chiudono gli Atti degli Apostoli e con cui si chiude l’ultima lectio pubblica tenuta da p. Silvano Fausti, si può sintetizzare lo stile dell’apostolo del Vangelo, lo stile che p. Silvano voleva per sé e per la Chiesa, precorrendo uno dei temi più cari a Papa Francesco. “Finalmente! Ho aspettato questo momento da 450 anni”: questo il commento di p. Fausti dopo che dal conclave era uscito il nome di Jorge Bergoglio. Grazie, p. Fausti: adesso i parrocchiani, la gente, finalmente sanno da dove partono le mie omelie e le mie lectio del giovedì. Grazie a te, p. Silvano, e grazie a Dio che fa grandi cose solo nella povertà e umiltà dei suoi servi che accolgono con attenzione e docilità il soffio dello Spirito, come p. Silvano Fausti, amante della montagna (ogni mercoledì era d’obbligo la scalata sulle montagne di Selva di Val Gardena) e delle alte vette dello Spirito.

don Massimo Ballarin

Carlo Bellavite Pellegrini e p. Beppe Lavelli (a cura di), Con tutta franchezza e senza impedimento. Ricordando p. Silvano Fausti, Ed. Ancora, Milano 2018, pp. 169, € 17,00.