//Eloquenti “Voci di eroi”
voci-di-eroi

Eloquenti “Voci di eroi”

Il libro di Stefania Pozzato presentato a Borgosesia

Grande successo di pubblico per la nostra concittadina scrittrice Stefania Pozzato di Loreo. Dopo le presentazioni in vari punti della nostra provincia e del Veneto, la penna di Stefania sale nel nordovest per presentare il suo libro “Voci di Eroi” con la prefazione di Claudio Modena, prima a Biella e poi a Borgosesia, una valle alpina situata in Piemonte nella provincia di Vercelli, presso la biblioteca comunale intitolata a “Federico Resegotti” grazie anche al lavoro certosino operato da Roberto Mancini collaboratore dell’autrice. Qui a Borgosesia si è da tempo in campagna elettorale ed è per questo che oltre ad un folto pubblico, vi era anche il candidato sindaco alle prossime elezioni comunali Claudio Corradino. Presente anche il sindaco di Cossato che è anche presidente dell’Anci Piemonte, consiglieri e assessori di Comuni vicini al popoloso Comune vercellese. C’erano persone originari di Porto Tolle e del Cavarzerano. Nel presentare il suo libro la sig.ra Pozzato ha fatto scorrere sullo schermo le emozioni della grande guerra. C’è tanta guerra in questo libro, ci sono tanti ricordi, ci sono tante “apparizioni”, tante situazioni che portano a leggerlo tutto d’un fiato perché curiosi della storia e di quanto succedeva in quel momento, in quel posto. Ma anche la convinzione di Stefania che scrive nelle conclusioni: “So per certo che i miei ragazzi torneranno ancora a trovarmi, con onore continuerò la mia missione come un buon soldato, come quella sera disse il buon alpino”. Molte le domande dal pubblico, anche curiose e sensibili verso chi ha “vissuto alcuni momenti di quel lungo periodo”. C’era anche commozione in sala. Anche quando il coro “D’Altro canto” di Magenta, accompagnato dalla maestra Emma Eugenia Canale, a sua volta dirigente dell’orchestra “Ex novo” di Magenta, eseguiva canti che si avvicinavano a molte situazioni del libro. Per la nostra scrittrice un’altra tappa che significa un ulteriore riconoscimento e una grande curiosità come Modena ha scritto nella presentazione “unitamente alla mia bramosia di sapere, di conoscere di chi fossero quelle voci che, come un lampo, irrompono nella nostra vita logorata da un nichilismo istituzionalizzato”. Così il dott. Claudio Modena. Anche da noi un complimento alla sig.ra Stefania che ha portato a tanti chilometri di distanza dal Delta il suo lavoro che alla fine è stato molto apprezzato e… acquistato. E conta anche questo.

 L. Zanetti