//Parliamo di sport
SPORTIVAMENTE_2019

Parliamo di sport

PORTO VIRO E DELTA DEL PO

“Sportivamente”

Ha suscitato molto interesse il recente progetto della Fondazione Cariparo “Sportivamente” che finanzia l’attività giovanile (come illustrato anche alla pagina precedente in questo numero, ndr). È stato molto importante che si sia presa l’iniziativa di discussione a livello di istituzioni come i Comuni per avere un’informazione importante e per avere la possibilità per i Comuni di interloquire con la Fondazione per la presentazione dei vari progetti. L’iniziativa è partita dal Comune di Porto Viro che ha radunato i comuni del Delta del Po: Adria, Porto Tolle, Rosolina, Taglio di Po, Ariano, Corbola e Loreo. Per la Fondazione era presente il consigliere Flavio Zampieri. Ha aperto i lavori il consigliere comunale delegato allo sport di Porto Viro Michele Capanna che illustrato gli scopi dell’incontro per l’illustrazione del progetto “Sportivamente” ideato e sostenuto dalla Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo e coordinato dalle Delegazioni provinciali del Coni. Il progetto, ha spiegato Capanna, punta a promuovere lo sport giovanile come utile strumento per i giovani per mantenersi in salute e per sperimentare l’amicizia, il rispetto e la solidarietà fondamentali per la crescita personale. Per il consigliere Zampieri, la Fondazione impegna nel 2019 ben € 750.000 che riguarderanno: 1. assegnazione alle società sportive giovanili under 18 di buoni per l’acquisto di materiale sportivo e di materiale sanitario ad uso sportivo; 2. la promozione dello sport nelle scuole primarie attraverso attività funzionali a favorire il coordinamento e lo sviluppo motorio del corpo e iniziative mirate a diffondere la cultura dello sport tra i più giovani.

Lucio Taschin del Coni provinciale ha avuto il compito di spiegare le modalità per accedere al bando che scadrà il 28 febbraio. Nella riunione è emerso anche il concetto che in un momento di difficoltà per i Comuni per il taglio delle risorse statali, è importante che vi siano questo tipo di opportunità di finanziamenti per le tante società sportive che non sempre riescono a dare le giuste risposte alle richieste che provengono dal territorio.

Dal canto suo il Comune di Porto Tolle avrebbe trovato un’intesa con il tennis club per la gestione di tutti gli impianti come la palestra, i campi da tennis, la tensostruttura, il campo da tennis di Ca’ Venier e altro ancora. Noi abbiamo interpellato il presidente Giannino Finotti che ci ha detto che l’incontro per chiarire ogni cosa con il Comune non si è ancora svolto e che ufficialmente non è stato informato degli intendimenti dell’Assessorato, mentre invece tutto quello che è già in convenzione ha avuto una proroga di un anno e spera, ha concluso Finotti, di essere convocato al più presto per definire ogni questione. 

L. Zanetti