//Papa Bergoglio, vita e formazione
libri-9-19

Papa Bergoglio, vita e formazione

LIBRI

La vita

tempo di misericordia

Si riscontrano in giro tanta ammirazione e anche tante critiche verso papa Francesco. Ma chi lo conosce realmente? Le sue iniziative, elaborate o estemporanee, e le sue parole, immediate e colorite, sono frutto di una improvvisazione superficiale e di una libertà qualunquista, oppure hanno una origine più profonda? Al di là di qualche rado episodio, la sua vita passata appare avvolta nella nebbia, lasciando la porta aperta a interpretazioni immaginarie. Ha dunque il sapore di una affascinante scoperta la lettura di un libro che racconta in dettaglio e con accurata e analitica documentazione i passaggi della vita di Bergoglio, in nove capitoli che si estendono per 440 pagine, più trenta di note, dieci di fonti, due di ringraziamenti, sette di indice dei nomi. Tanto per dire la serietà della ricerca, che deve aver richiesto all’autore, scrittore e giornalista inglese, una considerevole fatica. Come dice un interlocutore, papa Francesco ‘bisogna ascoltarlo bene, con calma’. Si parte da molto lontano, tanto tempo fa, quando nel 1927 i nonni trasmigrano fortunosamente dal Piemonte all’Argentina e intraprendono una positiva attività commerciale, compromessa in seguito dalle vicende politiche del paese e da difficoltà di salute. L’autore ci introduce nella storia antica e contemporanea dell’Argentina, nella sua ricchezza e nelle sue disuguaglianze, nei tormenti della situazione politica, spesso ingarbugliata e contraddittoria, dominata dal liberismo, dalla dittatura, dagli schieramenti che coinvolgono a vari livelli anche personaggi della Chiesa: colpi di stato, Peron e il peronismo, le madri di Plaza de Mayo e le repressioni, la teologia della liberazione e la guerriglia. Sono gli anni in cui l’ordine dei gesuiti, in campo internazionale e regionale, vive un grosso travaglio, che si ripercuote con particolare intensità in Argentina. Bergoglio ‘si converte’ a 17 anni e successivamente intraprende il cammino di formazione nella Compagnia di Gesù e diventa sacerdote dopo tredici anni. Nel 1973, ad appena 36 anni, viene nominato Provinciale dei Gesuiti per l’Argentina e quindi rettore del Collegio Maximo de San Josè. Dopo la brusca interruzione di un breve soggiorno di studio in Germania, ritorna in Argentina e nel 1992 viene consacrato vescovo ausiliare di Buenos Aires, di cui nel 1997 diventa arcivescovo; cardinale nel 2001, viene eletto papa nel 2013. Sullo sfondo del panorama della sua intera vita, le parole, i gesti, le iniziative di papa Bergoglio acquistano una più corretta dimensione; potranno essere lette, interpretate, rilanciate con uno spirito più consapevole e più partecipe.

a. b.

Austen Ivereigh, Tempo di misericordia, Mondadori, Milano 2014, pp. 493, € 22,00.

La formazione

jorge-mario-bergoglio

Accanto al libro fondamentale che ne racconta in dettaglio la vita, corre su un binario parallelo un libro che scava nei fondamenti della formazione spirituale, teologica, umana di Bergoglio, in relazione con gli sviluppi del Concilio Vaticano II e nel contesto della vita sociale, politica, religiosa dell’America Latina. Un filosofo italiano, Massimo Borghesi, ha ripercorso tutto il cammino della genesi e dello sviluppo del suo ‘pensiero’. “Attraverso una straordinaria capacità di raccolta di fonti e di ricerca, il testo offre un sistematico approfondimento dell’entroterra culturale e degli influssi intellettuali che hanno contribuito a formare la personalità e il ‘pensiero’ di Jorge Mario Bergoglio – nota nell’introduzione Guzman Carriquiry, vicepresidente della Pontificia Commissione per l’America Latina -. Si tratta di un contributo indispensabile per conoscere meglio la personalità complessa di papa Francesco, nella quale si coniugano la sua esperienza pastorale, l’esperienza mistica e quella intellettuale”. La vita si intreccia con la formazione gesuitica, gli incarichi nella Compagnia, le frequentazioni di autori fondamentali, le iniziative pastorali. Rimaniamo sorpresi di vedere tanto citati non solo autori che Bergoglio già ha reso noti, come Pietro Favre, Michel De Certeaux, il romanziere Borges, ma anche Congar e De Lubac, Guardini e von Balthasar, Methol Ferrè e Alver Metalli, insieme con alcuni altri, per finire con don Giussani. Un panorama compiuto, che colloca Bergoglio nel lungo e laborioso cammino della tradizione e dell’evoluzione della Compagnia di Gesù e nel travaglio della sua nazione, l’Argentina dei dittatori e della ricerca della libertà. E dunque, quello che appare spontaneo nelle sue espressioni gestuali, nelle sue iniziative e nelle sue parole, emerge dal profondo di una lunga coltivazione e di una assaporata esperienza vitale.

Angelo Busetto

Massimo Borghesi, Jorge Mario Bergoglio, Una biografia intellettuale, Jaca Book, Milano 2018, pp. 300, € 20,00.