//Il “Thinking day”
Giornata-del-Pensiero

Il “Thinking day”

GRUPPO SCOUT CHIOGGIA 2

L’importanza di mettersi al servizio degli altri

“Gesù ci ha insegnato che “chi vuol essere il primo, si faccia il servo di tutti” e di se stesso ha detto: “Io sono in mezzo a voi come colui che serve”. È nel servizio, nell’aiutare gli altri in ogni circostanza che possiamo esprimere al meglio la nostra leadership” (dal messaggio per la Giornata del Pensiero 2019). È con queste parole, scritte dalla capo guida e dal capo scout d’Italia, che si è aperta, sabato 23 febbraio la giornata del pensiero del gruppo scout Chioggia 2. Il Thinking Day, oltre ad essere il ricordo del compleanno di Robert Baden-Powell e della moglie Olave (fondatore e cofondatrice del movimento scout), è l’occasione per riflettere sul proprio essere scout e per sostenere una realtà o un progetto del territorio che ci tocca personalmente e come gruppo. Quest’anno il nostro gruppo ha deciso di collaborare con la Cooperativa Sociale “Rem”, che si occupa di inclusione sociale; articolata nell’accoglienza dei migranti e nell’inserimenti abitativi per persone senza fissa dimora… e questa particolare, ma sempre attuale, tematica ci ha accompagnato per tutta la giornata. Durante il pomeriggio ai nostri lupetti ed esploratori è stato proposto un gioco in cui, attraverso sfide e obiettivi semplici, hanno provato a conoscere e capire quali sono le dinamiche economiche e sociali delle varie famiglie e dei vari paesi che compongono il mondo. Per i genitori invece è stato proposto un momento di testimonianza e discussione con il parroco don Marino e Mattia De Bei, che hanno spiegato loro come è nata l’idea di questa cooperativa; quale è il suo obiettivo e come lavorano nel nostro territorio. Momento significativo è stata la celebrazione della S. Messa, presieduta da padre Celestino, concelebrata da don Simone e padre Gianni, che ha visto anche la somministrazione del sacramento del Battesimo di Gaia Bettiol, figlia di due capi del nostro gruppo. I genitori hanno infatti scelto di condividere e festeggiare con amici, parenti e l’intero gruppo scout questo momento importante per la loro famiglia, affidandosi al nostro Clan, che ha collaborato nell’allestimento del buffet e nella preparazione di birre artigianali servite durante la serata. Una giornata di riflessione e festa che ci ha confermato, ancora una volta, come il mettersi al servizio dell’altro sia motivo di felicità. Stefania, capo gruppo