//“Siate fieri della divisa”
Santa-Messa-82mo-PoliziaLocale

“Siate fieri della divisa”

Ricostituzione del corpo della polizia locale

Ricordato l’82° anniversario e inaugurata la nuova sede

Due celebrazioni a Chioggia lunedì 11 marzo per la Polizia Locale: l’82° anniversario della Ricostituzione del Corpo e l’inaugurazione della nuova sede del Comando ai Saloni. Dopo la Messa a San Giacomo celebrata da mons. Vincenzo Tosello – che nell’omelia, rifacendosi ai testi biblici, ha messo in risalto il valore fondamentale delle “opere di misericordia” ed ha augurato agli agenti di svolgere sempre al meglio il loro servizio per il bene della comunità che deve essere loro riconoscente – è seguito l’Alzabandiera al pennone di Piazzetta XX Settembre e la deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti. La squadra al completo assieme a tutte le autorità e le associazioni d’arma presenti si è, quindi, trasferita all’isola dei Saloni per l’inaugurazione dei nuovi uffici, “uno stabile nuovo, moderno, più adatto alle esigenze degli agenti e dell’utenza, fuori dall’area della ZTL e accessibile anche alle persone con disabilità”, come ha sottolineato il vicesindaco Marco Veronese, nel suo intervento, dopo avere ringraziato i presenti. Per quanto riguarda gli spazi per gli uffici, la metratura è 3 volte maggiore di quella della storica Loggia dei Bandi e 10 volte in più quella degli spazi logistici. “Oggi è anche l’82° anniversario della ricostituzione del Corpo della Polizia Locale di Chioggia, una festa che si era interrotta da diversi anni”, ha detto il Comandante della Polizia Locale Michele Tiozzo, dopo avere ringraziato il sindaco per avere accolto la proposta di ritornare a festeggiare questa ricorrenza, un’occasione per ricordare il lavoro delle donne e degli uomini, che vestono l’uniforme e che ogni giorno prestano un servizio fondamentale per la comunità clodiense. Il Comandante ha quindi fatto memoria dell’agente Mauro Boscarato, recentemente scomparso. Poi, citando qualche dato, ha rilevato: “Solo nel nostro centralino riceviamo 30.000 telefonate all’anno da parte dei cittadini, a cui cerchiamo di dare risposta puntuale. Dati che ci danno soddisfazione, ma non nascondiamo che la situazione ci vede in sofferenza in termini numerici; la video sorveglianza può fare tanto,- ha aggiunto – ma per una città turistica come la nostra dovremmo in media essere 75 persone, ovvero 30 unità in più”. Ed ha concluso: “Nonostante la situazione di fatica, continuiamo a lavorare con impegno ed entusiasmo”. Prima della benedizione impartita dallo stesso mons. Tosello e del taglio del nastro, il sindaco Alessandro Ferro ha chiuso gli interventi ringraziando gli agenti “per gli ottimi risultati raggiunti assieme in questi anni”. “Siate fieri della divisa che portate – ha concluso, – perseverate anche nelle difficoltà, perché c’è bisogno di legalità diffusa, sono i cittadini stessi a chiederlo, per una città più rispettosa e civile. Oggi vi consegniamo questa nuova sede, che è un segno tangibile nell’ottica del miglioramento dello svolgimento del vostro servizio”.

R.D.