//Davvero “insuperabile”
insuperabili-2019

Davvero “insuperabile”

SOTTOMARINA. Scuola primaria “Merlin”

Lo sport come momento di integrazione, per tutti

Continua la collaborazione della scuola primaria “Mario Merlin” con “Insuperabili Reset Academy Chioggia”, associazione che si occupa di promuovere lo sport del calcio come strumento di socializzazione e integrazione di ragazzi con abilità speciali ed offre un divertimento ed un allenamento adeguato in grado di apportare miglioramenti sia alla salute psico-fisica sia alla qualità della vita degli atleti. Anche quest’anno si sono svolte le giornate dello Sport con la realizzazione di un amichevole torneo a squadre che ha visto gli alunni della scuola “Merlin” giocare insieme agli atleti “Insuperabili” Mattia, Felipe, Giacomo, Nicola, Luca, Valentina, Brian, Francesco, Leonardo, magistralmente coadiuvati da un team di educatori volontari diventati, per un giorno, un po’ allenatori di tutti, poiché hanno saputo coinvolgere i partecipanti in un modello di insegnamento nuovo che ha come fondamento un calcio diverso da quello a cui ci hanno abituato i media che ha perso ogni valore etico e sportivo di fair play per rincorrere dubbie gestioni imprenditoriali il cui unico obiettivo sono il denaro ed i diritti televisivi. Grazie all’esperienza con gli “Insuperabili” si è compreso quanto, invece, sia importante fare in modo che proprio il gioco calcio, tanto praticato ad ogni età, debba riappropriarsi dei veri valori dello sport, diffondendo nuovi stili di vita e di apprendimento per tutti e impegnandosi nell’idea che nessun impedimento, che sia fisico, psichico, sensoriale o motorio, possa rappresentare elemento di esclusione. Ed è con questo spirito che è stata vissuta questa giornata: tutti insieme, mai l’uno contro l’altro, in allenamento, in partita, ai calci di rigori, abbracciati dal caloroso tifo dei genitori presenti, esultando per i goal fatti e dimenticandosi del punteggio, dei vinti e dei vincitori. Da parte degli alunni e delle insegnanti un grazie di cuore agli atleti “Insuperabili” ed ai loro educatori: Gimmi, Jennifer, Annalisa, Alessandra, Marco, Matteo, Danilo, Debora e Leonardo che con la passione e la dedizione con cui si dedicano ai loro ragazzi sono riusciti a trasmetterci una bella pagina di calcio vero, sano e inclusivo. Non ci si poteva divertire in modo migliore, tanto che alla fine è stato coniato uno slogan che racchiude il vero senso di questa bellissima esperienza: #siamotuttinsuperabilmentespeciali!

Daniela Lanzilao