//BREVI DA CHIOGGIA n.14-2019

BREVI DA CHIOGGIA n.14-2019

* L’Auser ha un nuovo mezzo per il trasporto di anziani e disabili: grazie all’impegno corale di molte ditte del territorio, coordinate dalla PMG è stata acquistata una Fiat Doblò con il progetto “mobilità garantita” patrocinato dal comune di Chioggia.

* Nell’incontro organizzato dal sindacato Fai Cisl sabato 30 a palazzo Grassi. “Pretendiamo – ha detto Pierpaolo Piva, segretario Fai Cisl – che il rimborso riferito al fermo pesca obbligatorio del 2018 venga distribuito ai pescatori prima del fermo biologico del prossimo mese di agosto. In caso contrario siamo pronti a manifestare, a fermarci, a mettere in atto azioni clamorose”. 

* Il coordinamento Difesa della sanità pubblica ha organizzato sabato 30 marzo una composta protesta davanti all’ospedale di Chioggia. Una trentina di persone hanno sostato all’ingresso esponendo cartelli-denuncia dell’imminente taglio che incombe sul presidio chioggiotto: se ci sarà il declassamento da ospedale di rete a ospedale di base si perderanno 55 posti letto, due primariati e i relativi finanziamenti.

* Liquidato il contributo regionale per l’Impegnativa di cura domiciliare (Icd) a 539 famiglie di Chioggia. Ha espresso soddisfazione l’assessore Luciano Frizziero che ha elogiato la solerzia degli uffici preposti che ha permesso di far arrivare nelle tasche delle famiglie il contributo prima di Pasqua.

* Giovedì 28 marzo i venditori ambulanti del consueto mercato del “zioba” hanno esposto un laconico cartello: “Il sindaco Ferro non vuole il mercato il 25 aprile”. Nei giorni scorsi infatti la soppressione del mercato in questa data senza recupero: la decisione non è stato proprio capita, per gli ambulanti il danno sarà importante.

* Esposto della consigliera Tiozzo Romina Compini per presunto abuso edilizio a Punta Poli: la pensilina in ferro sul punto di sbarco per le attività della pesca sarebbe stata realizzata ad autorizzazione della Salvaguardia scaduta.

* Salva l’assessora Isabella Penzo: bocciata la mozione contro il suo operato presentata dal consigliere del Pd Montanariello: il M5S ha votato in blocco per lei. La maggioranza è però andata sotto in commissione bilancio, dove ha pesato il voto dei due consiglieri usciti dalla maggioranza Boccato e Naccari che ha determinato la destituzione di Elisa Busetto e l’elezione a presidente della commissione di Beniamino Boscolo Capon di FI.

* Marco Dolfin, consigliere della Lega, ha segnalato con preoccupazione come alla voce “recupero infrastrutture ponti e viadotti” del Documento di programmazione economica siano stati inserito appena 600mila euro per il prossimo biennio: assolutamente insufficienti per la manutenzione dei ponti. E. Ballarin