//Elga Messina abbandona
elga-messina

Elga Messina abbandona

Giunta comunale

Urbanistica e LL.PP. – Secondo assessore dimissionario

Incompatibilità di carattere con il sindaco collega architetto, o contrasti con i consiglieri pentastellati che l’accusano di seguire troppo i lavori pubblici e troppo poco l’urbanistica e per nulla i centri Storici di Chioggia e Sottomarina. Altri motivi, come quelli emersi qualche tempo fa? Sta di fatto che nel comunicato stampa n. 60/2019 del 02.04.19 il gabinetto del sindaco annuncia con una certa freddezza che: “Nel pomeriggio di oggi l’assessore all’Urbanistica, Lavori Pubblici, Edilizia Scolastica, Edilizia Privata e Servizi Manutentivi Elga Messina ha presentato le sue dimissioni”. Il secondo assessore in questi referati che si dimette, dopo che nel dicembre 2016 l’arch. Marco Boscolo Bielo ha rinunciato all’incarico per la mai del tutto chiarita vicenda dei rimborsi spese per i membri della giunta residenti fuori città. “L’entusiasmo con il quale ho accettato questo delicato incarico nel 2017 non si è mai spento ed è per senso di responsabilità che rimetto nelle mani del Sindaco le deleghe affidatemi. I motivi della mia decisione sono da imputarsi a questioni personali”, scrive nella lettera di dimissioni Elga Messina. Le solite questioni personali già sentite nelle precedenti dimissioni dell’assessore Bielo. Altrettanto freddina e già sentita l’accettazione da parte del sindaco: “Prendo atto delle dimissioni dell’Assessore Elga Messina e me ne dispiace, le questioni personali che hanno portato a questa decisione erano a me note e da tempo. La ringrazio per il buon lavoro svolto fino ad oggi e rassicuro tutti, per primi i cittadini, sul fatto che l’attività dell’Amministrazione Comunale non subirà rallentamenti. Individueremo a breve un suo sostituto”. Un po’ troppo poco, dal momento che l’assessore dimissionario, come scrive, si era “impegnata al massimo venendo ogni giorno da Marcon e aveva promesso che sarebbe rimasta fino al bilancio, perché non era il caso di abbandonare referati così importanti in questa fase”, quando sono in ballo da spendere in due anni più di 30 milioni di euro. Questa notizia si va ad aggiungere alla maretta di casa 5Stelle, dopo che la maggioranza è stata battuta in questi giorni, in Commissione Bilancio. In seguito al passaggio al gruppo misto del consigliere pentastellato Gianluca Naccari, che ha raggiunto l’ex 5Stelle consigliera Maria Chiara Boccato, la minoranza ha potuto eleggere a presidente il consigliere azzurro Beniamino Boscolo Capon e mandare in minoranza la presidente Cinquestelle Elisa Busetto.

R. Donaggio