//Emozione e soddisfazione
foto-recita-4-d-Caccin

Emozione e soddisfazione

CARI LETTORI

La classe IV D della scuola “Caccin” di Sottomarina prima classificata al concorso regionale

Cari lettori, questa settimana avete l’opportunità di conoscere gli alunni della classe IV D della Scuola Primaria “B. Caccin” di Sottomarina, che hanno partecipato al concorso, indetto a livello regionale e rivolto alle scuole statali e paritarie del Veneto ed anche alle scuole italiane dell’Istria, intitolato “Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale del Veneto”. Tra le 31 scuole selezionate (le partecipanti sono state 939), i nostri amici della “B. Caccin” sono riusciti a classificarsi primi nella categoria intitolata “La lingua veneta nelle sue espressioni creative, nel teatro, nella musica e nella poesia”. La premiazione è avvenuta il 25 marzo scorso a Venezia, e sul palco del Teatro “Carlo Goldoni” gli alunni della IV D hanno messo in scena una versione ridotta del loro spettacolo, per via del tempo limitato che avevano a disposizione. Magari alcuni di voi avranno avuto modo di assistere allo spettacolo completo, alla fine dello scorso anno scolastico, presso il Teatro “Don Bosco” a Chioggia, e immagino che lo abbiano apprezzato. Di seguito, ho riportato quello che i nostri amici hanno detto quando sono andata ad incontrarli a scuola. A dire il vero, per motivi di spazio, non è stato possibile riportare tutte le belle cose che mi hanno raccontato, ma posso assicurarvi che almeno l’essenziale lo troverete scritto. Prima di concludere, ci tengo a sottolineare che è stato davvero bello conoscerli e ascoltare le loro interessanti riflessioni.  

Alfreda Rosteghin

 – Per me è stata importante la realizzazione dello spettacolo per far capire la cultura chioggiotta, sapere anche com’era Chioggia una volta e conoscere il dialetto. Ero emozionato quando ho recitato al Teatro “Don Bosco” e ancora di più al Teatro “Goldoni”. Ero emozionato anche per il premio, perché siamo arrivati primi e ci hanno dato dei soldi per la scuola.    

Giacomo

– Realizzare lo spettacolo è stato importante, per imparare il dialetto di una volta e mi rimarrà sempre nel cuore. Ho provato un po’ di ansia quando recitavo, perché avevo paura di sbagliare, ma avevamo fatto tante prove e sapevo che sarebbe andata bene. Durante la premiazione ero felice di ritirare il premio, perché ha dimostrato che siamo stati bravi e che il nostro dialetto è bello. 

Alessia

– Per me questo spettacolo non è stato normale, ma qualcosa di speciale, perché è stato anche un addio a una nostra maestra. Infatti mi sono emozionato per questo al Teatro “Don Bosco”, non mentre recitavo. Vincere un premio è emozionante, non c’è dubbio. Il momento della premiazione al Teatro “Goldoni” è stato bellissimo e tante persone applaudivano. 

Gianmaria

– Ho provato un sacco di emozioni, con così tante persone. La tensione era altissima anche quando siamo saliti sul palco. Vincere il premio è stato molto emozionante, perché abbiamo recitato in un teatro lussuoso e importante di Venezia. È stato un onore recitare in quel teatro e vincere il primo premio. 

Felice

– Realizzare lo spettacolo è stato importante anche perché abbiamo avuto l’opportunità di partecipare al concorso. Mentre recitavo avevo l’ansia che saliva fino al cielo e stavo quasi per mangiarmi le parole. Vincere il primo premio è stato emozionante e non mi aspettavo di vincere. Al momento della premiazione mi sentivo agitata e molto emozionata.                   

Martina

– È stato importante realizzare lo spettacolo anche perché abbiamo vinto un premio da donare alla nostra scuola. Mentre recitavo ho avuto tanta paura, perché pensavo di sbagliare. Vincere il premio è stato emozionante e ho provato gioia.

Filippo

– È stato importante realizzare lo spettacolo per dimostrare che anche i bambini riescono a fare grandi cose. Io quando recitavo ero agitatissimo e tremavo un po’, perché il palco era enorme. Vincere il premio è stato bello e ora ho più sicurezza a recitare. 

Marco B.

– Secondo me è stato molto importante preparare lo spettacolo e mentre recitavo ero molto emozionato e felice. Vincere il premio è stato molto emozionante, perché dal palco vedevo tutte quelle persone che ci guardavano e mi facevano tremare. Durante la premiazione ero felicissimo.

 Niccolò

– È stato importante realizzare quello spettacolo, perché mi piaceva. Mentre recitavo ho provato felicità e agitazione. Vincere è stato emozionante e sono stato strafelicissimo. Quando abbiamo ritirato il premio ho provato felicità e mi sono divertito.

Gabriele

– È stato importante realizzare lo spettacolo, perché il dialetto chioggiotto è la nostra prima lingua. Quando recitavo era come se fosse la fine del mondo. Al momento della premiazione sarei stato capace di fare un salto mortale.

 Alex

– Secondo me è stato importante realizzare lo spettacolo, perché così anche i turisti possono capire com’è Chioggia. Mentre recitavo ho provato un’emozione grandissima. Al momento della premiazione, quando sono salita sul palco tremavo, ma dopo mi sono fatta coraggio.

Valentina

– Fare questo spettacolo è stato importante ed è stato importante recitare e divertirsi. Mentre recitavo ho provato felicità. Vincere il premio è stato emozionante e veramente non me l’aspettavo. Al momento della premiazione ho provato tanta ansia, ma anche felicità. 

Federica

– È stato importante realizzare uno spettacolo che da piccolo diventa così famoso e ti dà tanta soddisfazione. Quando recitavo ho provato ansia anche davanti a tutti i genitori. Non mi spettavo di vincere il premio e ho provato gioia durante la premiazione. 

Giada

– Secondo me è stato importante lo spettacolo, perché riguarda anche i nostri antenati. Quando recitavo avevo paura di sbagliare, ma ero anche felice. Mi pesava tenerlo dentro di me, invece adesso che l’ho tolto mi sento meglio. È una soddisfazione per noi avere vinto un premio con le nostre maestre Vilmen Ganzerla e Paola Beltrame. 

Noemi

– È stato importante questo spettacolo, perché siamo stati molto bravi. Ci voleva un premio e quando ce l’hanno detto ero felice e molto emozionato di andare a Venezia. Siamo stati bravissimi. 

Marco V.

– Per me è stato importante realizzare questo spettacolo e siamo diventati famosi. Quando recitavo provavo vergogna e paura. Vincere il premio è stato emozionante, perché era la prima volta che ne ricevevo uno. Anche durante la premiazione ho provato vergogna e paura.  

Alice