//Anche il “Delta del Po”
delegati-mab

Anche il “Delta del Po”

PRESENTE ALL’EUROMAB 2019 DI DUBLINO

Si è concluso, venerdì 5 aprile scorso, nella plenary room del Castello di Dublino l’Euromab 2019, evento che ha visto la partecipazione della rete di Riserve di Biosfera Unesco di Europa, Canada e Nord America. Delle 13 riserve di biosfera italiane, all’Euromab 2019 erano i rappresentanti di 5 riserve: Delta del Po, Appennino Tosco-Emiliano, Monviso, Alpi Ledrenzi e Jiudicarie e Monte Peglia. Al meeting, in rappresentanza della riserva Delta del Po, vi era l’associazione “My Delta” con Sara Bianchi per il territorio Veneto e Cristina Boccaccini per il territorio Emiliano-Romagnolo. “Un’esperienza costruttiva e stimolante perché ci ha permesso di confrontarci in questi 5 giorni di meeting con le altre Riserve di Biosfera e di far conoscere di più il nostro Delta del Po. Abbiamo partecipato ai workshop che trattavano il coinvolgimento delle giovani generazioni ed il tema dell’eco turismo e siamo tornate a casa con preziosi contatti ed esempi che potrebbero avere uno sviluppo futuro. Siamo state accolte molto calorosamente dallo staff e dai partecipanti che ci hanno fatto i complimenti per il coraggio e l’entusiasmo di farci portatrici della voce dei giovani che vivono, lavorano ed hanno a cuore questi straordinari territori che sono le Riserve di Biosfera”. Bilancio quindi più che positivo. Le ragazze sono state invitate dagli organizzatori di Euromab 2021 a collaborare per la definizione dei tavoli del prossimo incontro che si terrà in Austria, in Carinzia, e che sarà particolarmente importante poiché sarà una ricorrenza speciale per la rete più ampia e longeva del programma MaB Unesco dato che sarà la 50ª edizione. Durante i giorni di lavoro è stato annunciato inoltre il 2° Forum mondiale dei giovani MAB Unesco che si terrà a settembre 2019 a Pechino e darà seguito così all’evento precursore svoltosi nel Delta nel 2017 con grande successo.

Giannino Dian

Foto: Il gruppo dei delegati delle 5 aree Mab Unesco italiane con i delegati del Ministero dell’Ambiente