//Di corsa verso la salvezza
clodiense-delta

Di corsa verso la salvezza

CLODIENSE

La Clodiense si aggiudica anche il derby con il Delta Porto Tolle e per la prima volta in questa stagione esce dalla zona calda dei play out. Tredici punti nelle ultime cinque gare, un passo da primato, che ha consentito alla squadra granata si scalare velocemente la classifica superando, nel turno odierno, anche Belluno e Chions. Eppure con il Delta, il cui unico obiettivo è quello di entrare nei play off che contano come il due di spade a briscola quando la mano è a coppe, non è stata una passeggiata. Primo tempo giocato dai granata in maniera esemplare e ripresa di sofferenza, con il guizzo del gol su punizione di Nappello che ha ridato fiato alle trombe lagunari. Vittadello, che recupera in extremis Ballarin, stavolta punta sul 4-2-3-1, con Djuric ed Erman a fare da cerniera in mezzo al campo e Nappello che si ritrova dietro l’unica punta Fioretti. Zattarin si schiera invece con il centrocampo a rombo, dove Malagò è il vertice alto Meucci il vertice basso. In avvio di gara il gioco della Clodiense è frizzante e scorre via che è un piacere. Fraseggi nello stretto, palleggi e verticalizzazioni improvvise, tutto ciò che si può chiedere ad una squadra di calcio. L’approccio del Delta è invece molle, frutto di motivazioni diverse. La cronaca si apre in pratica con il repentino vantaggio granata dopo soli 7’: sugli sviluppi del primo corner di giornata si accende una mischia furibonda con Granziera che, in caduta, riesce a toccare il pallone che finisce in porta. In campo c’è solo una squadra e Nappello al 19’, dai trenta metri su punizione, manda la palla, deviata dal portiere, sulla traversa. Martino (27’) e ancora Nappello (29’) su punizione mettono i brividi ad Adorni, mentre l’azione tutta di prima, Djuric-Nappello-Fioretti, sarebbe stata da incorniciare se l’attaccante lagunare non avesse calciato troppo piano. Sempre Djuric, anche in questa gara uno dei migliori, sfiora di testa su cross di Martino e si va al riposo sul risultato di 1-0 che sta decisamente stretto ai padroni.

Parte la ripresa e c’è subito la prima mossa di Zattarin che toglie Malagò per inserire Sottovia. E’ lo spartito però che cambia, perché stavolta a dirigere l’orchestra è il Delta che a perdere non ci sta proprio. Vittadello passa al 4-4-2, la squadra cala fisicamente e comincia a soffrire, soprattutto in un paio di mischione che non hanno trovato l’intervento risolutore. Dai e dai e il Delta pareggia al 23’: la palla scavalca Granziera e finisce a Sottovia che alza dentro per Traini che insacca tutto solo di testa. La reazione della Clodiense è però immediata. Punizione fuori area calciata da Nappello (25’) e palla che passa la barriera e si insacca. Il Delta non riesce più a reagire, la Clodiense controlla agevolmente e porta a casa una vittoria che vale oro.   

Daniele Zennaro

(nella foto tratta da chioggianews24.it: Martino tallonato da Sarr)