//BREVI DA CHIOGGIA n.23-2019

BREVI DA CHIOGGIA n.23-2019

* Anche ConChioggiaSì è entrata nel progetto Venice Sands che mette insieme i consorzi delle località di mare. Obiettivo del progetto è unire le forze per la promozione turistica anche partecipando a fiere internazionali. Con il consorzio ConchioggiaSì, Sottomarina e isola Verde si vanno ad aggiungere a Bibione, Caorle, Jesolo ed Eraclea Mare.

* Scuola don Milani. Manca il collaudo statico, circostanza che impedisce la partecipazione a qualsiasi bando per l’edilizia scolastica. Ne hanno parlato i genitori sulla stampa locale, demoralizzati per il protrarsi della situazione già emersa col bando passato: o la documentazione può essere adeguate ai requisiti, oppure “il comune agisca con fondi propri” per adeguare l’edificio della scuola.

* Ponte della Fossetta. Sembra non essere una priorità visto che in 18 mesi dacché è stato chiuso non è stato fatto alcun passo al punto che non si sa nemmeno se il ponte abbia rilevanza storica o se si possa decidere in autonomia cosa farne. I residenti del quartiere non ne possono più del semi-isolamento del quartiere, hanno costituito un comitato e si sono uniti nella protesta i consiglieri Dolfin, Montanariello, Penzo, Boscolo Cappon, Naccari e Boccato. Il sindaco comunque non si scompone: “interverremo di sicuro, ma ci sono tempi tecnici…”. Intanto è anche scoppiata l’estate.

* Si avvicina il momento in cui il Prefetto dovrà varare il piano di sicurezza sull’impianto GPL e, ad oggi, l’unica documentazione su cui si baserà la risposta della prefettura è quella prodotta da Socogas. Prima che sia troppo tardi, sollecita Roberto Rossi a nome del Comitato No Gpl, è necessario che il comune produca una relazione alternativa che evidenzi almeno la criticità della vicinanza con siti sensibili. “Nell’incontro avvenuto lunedì 3 giugno in prefettura – spiega Rossi – abbiamo appreso che il piano di sicurezza in ogni caso verterà solo sull’impianto a terra”, gli aspetti della sicurezza relativi all’attracco delle gasiere non è compreso.

E. Ballarin