//Libri n.23-2019
libri--23-19

Libri n.23-2019

Glorie musicali chioggiotte
tradizione-musicale-a-chioggia

L’ennesima fatica di don Vincenzo Tosello è un volume che raccoglie una serie di articoli suoi, usciti a puntate su questo settimanale ed altri scritti, riguardanti la storia e il presente musicale di Chioggia. Seppur all’ombra del campanile di San Marco, la piccola Venezia ha avuto le sue glorie in campo musicale: compositori, maestri di cappella, organisti che si sono formati e hanno lavorato in città, chi rimanendovi (raramente), chi utilizzando la nostra isola quale trampolino di lancio verso mete più ambite. Il volumetto di don Tosello è suddiviso in tre sezioni. La prima elenca e presenta i musicisti più ragguardevoli che hanno gravitato nell’orbita della cappella musicale della Cattedrale. La seconda si sofferma su alcuni personaggi di spicco che sono transitati nel nostro territorio o che lo hanno scelto quale ameno e folcloristico soggetto musicale. La terza è dedicata agli organi delle chiese del centro storico e, in quanto tale, è un necessario aggiornamento ampliato del breve censimento compiuto nel 1989 da Roberta e Angelo Bortolozzo. Il linguaggio è chiaro, la grafica è piacevole e corredata da immagini a colori: un’altra pietra miliare della casa editrice Nuova Scintilla, che vanta oramai un catalogo di grande pregio. Da parte mia (ma penso di interpretare il pensiero di molti organisti e direttori di coro locali) un grazie a don Vincenzo per la sua attenzione verso la musica, “veicolo straordinario di messaggi positivi”. 

Carlo Oro 

Vincenzo Tosello, La tradizione musicale a Chioggia. Note su vicende e personaggi dal XIV al XVIII secolo e sugli organi storici tuttora presenti in città, Nuova Scintilla, Chioggia, maggio 2019, pp. 80.

Fidanzata santa!
Lettere-di-una-fidanzata

La santità abita le nostre case e cammina per le nostre strade. Tante volte rimane avvolta nel velo della normalità e viene discretamente riconosciuta solo nel giro dei familiari e degli amici. Quanti giovani, nelle nostre parrocchie e nei nostri gruppi, hanno trascorso una giovinezza ‘santa’, nello studio, nel lavoro, nelle attività apostoliche, nella testimonianza negli ambienti di vita? Spesso è solo attraverso un fatto drammatico che questa santità esce allo scoperto e si palesa in un ambito più vasto. È accaduto anche a Laura Vincenzi, ragazza di un paese a venti chilometri da Ferrara, della quale solo la morte ha svelato la fisionomia. Cresciuta e maturata nell’Azione Cattolica, è fidanzata con un giovane di Roma che ne condivide il cammino. La lontananza è occasione propizia per un intenso scambio di lettere che – a distanza di tempo – permette di seguire lo sviluppo di una viva spiritualità cristiana e di un profondo criterio di fede nel vivere il fidanzamento e la preparazione al matrimonio. L’insorgere di un tumore – tenacemente combattuto – imprime una coloratura particolare allo scambio delle lettere, che diventano una grande lezione di amore e speranza cristiana, di affidamento e di dedizione. Laura muore il 4 aprile 1987. Ben presto viene pubblicata una raccolta di queste lettere al fidanzato insieme con alcune pagine del suo diario. A vent’anni dalla morte, la sua figura continua a risplendere e le lettere vengono rieditate, in concomitanza con l’apertura della sua causa di beatificazione, a cura di colui al quale furono indirizzate e che propone alcune riflessioni conclusive. I fidanzati e gli sposi di oggi potranno trovare in queste pagine un vivo riverbero dell’amore cristiano e una pista verso la quale potersi incamminare. 

Angelo Busetto

Laura Vincenzi, Lettere di una fidanzata, a cura di Guido Boffi, Ave, Roma 2018, pp. 173, € 13.

Manuale di felicità
rocamboleskin

Questo manuale di felicità è dedicato a tutte le famiglie e a tutti i genitori, specie a coloro che hanno il coraggio riconoscersi difettosi, “non perfetti”. Questo è un libro, scritto nel linguaggio giornalistico, vivace e brioso (sono due giornalisti a scriverlo!), dedicato a tutte quelle mamme e papà, la cui situazione sfugge facilmente di mano, non riescono a stare sempre calmi davanti ai capricci dei figli. È dedicato ai genitori (e non solo) che sentono di non farcela. Questo è un manuale per famiglie ed educatori (catechisti, preti-pastori) “veri”, che non vediamo nella pubblicità (belle e sorridenti) che schiantano di fatica e ripensamenti, ma che si ritrovano immancabilmente imperterriti e gasati a tirare avanti la “baracca” con un certo gusto che nasce proprio dal “rocambuleskin” che nel vocabolario della lingua italiana significa, semplicemente, con “ardimento”, “avventura”, “spericolato”, “convulso”, “frenetico”, “caotico”. Degli stessi autori “Questa navicella sta entrando in orbita. Diario di bordo di una famiglia adottiva”, Ed. TAU, Todi 2017, pg. 164, € 14,00. Così ho fatto una “rocambolesca” recensione!

don Massimo Ballarin

Michela Serangeli e Christian Cinti, Rocambuleskin. Manuale di felicità per famiglie imperfette, Ed. TAU, Todi (PG) 2018, pp 165, € 13,00.