//Corale Adriese a Ca’ Zen
maxresdefault

Corale Adriese a Ca’ Zen

Società Corale Adriese

Nel 125° anniversario. Con l’orchestra Cantieri d’Arte e la scuola di danza

Anche il concerto “La Corale in villa” effettuato nel maestoso giardino d’estate della Tenuta-Agrituristica Villa Ca’ Zen di Maria Adelaide Avanzo e della mamma Elaine Bennett, ha avuto, nonostante il furioso temporale con pioggia e grandine di alcune ore prima dell’inizio dell’evento, un ottimo successo. La serata ha avuto come scopo principale i festeggiamenti per i primi 125 anni della Società Corale Adriese della quale, dal mese di giugno 2017, è presidente Layla Marangoni di Taglio di Po. Come il solito l’organizzazione dell’associazione culturale “Taglio di Po nel cuore” è stata perfetta e, senza togliere nulla al presidente dell’associazione Marco Ferro, che ha portato brevemente il suo saluto, il merito va senz’altro alla vice presidente Layla Marangoni e alla sua squadra di collaboratori, sempre pronti a soddisfare gli impegni assunti affinché tutto possa svolgersi nel migliore dei modi. Lo spettacolo, per i circa 500 spettatori arrivati da ogni parte del Polesine e molti anche dalle vicine provincie di Ferrara e Venezia, è stato ricco di eventi e di ricordi. Oltre alla corale Adriese, diretta dal maestro-baritono Massimo Siviero, con la soprano Patrizia Mazzuccato e il tenore Sergio Pattaro, un forte contributo alla riuscita dell’evento è stato dato dall’orchestra Cantieri d’Arte diretta dal maestro Stefano Giaroli e dalle atlete dell’Asd Scuola di danza classica e moderna di Adria. All’inizio il presidente dell’associazione Taglio di Po nel cuore, Marco Ferro, ha salutato i presenti e dato il benvenuto alla Corale Adriese ricordando che è senz’altro una realtà tra le più longeve del territorio, mentre la sua vice, nonché presidente della Corale, Marangoni si è detta onorata di presiedere una corale così prestigiosa, nata nel 1894, che si è esibita in tutto il mondo, ottenendo tanti successi. La presidente Marangoni ha poi ricordato che altri due cori del territorio celebrano l’anniversario di fondazione: il “Soldanella” di Adria compie 65 anni e le “Voci del Delta” di Taglio di Po compiono 40 anni.

Il concerto è iniziato con l’esecuzione di “Va Pensiero” dall’opera “Nabucco” e “O Signore dal tetto natio” dall’opera “I Lombardi alla prima crociata” di Giuseppe Verdi. A questo punto è salito sul palco il coro femminile “Le note del fiume” di Taglio di Po, diretto dalla maestra Marinella Smiderle, che ha eseguito due brani africani, molto apprezzati e applauditi. Sono seguite poi alcune brillanti esecuzioni della Corale con la musica dell’orchestra con esibizioni della soprano Mazzuccato, del baritono Siviero e del tenore Pattaro sia da solisti che in duetto. Nella pausa dello spettacolo, la presidente Marangoni ha omaggiato i cori “Le note del fiume”, le “Voci del Delta” e il “Soldanella”, consegnando alla direttrice Marinella Smiderle, al presidente Luciano Corradin ed al vice presidente Luciano Andriotti, insieme ad altri dirigenti ed al corista e consigliere regionale dell’Asac, Federico Simoni, una litografia del pittore Luciano Scarpante. Per l’occasione Simoni ha brevemente informato sull’attività dell’Asac regionale che conta di ben 300 cori e i suoi personali obiettivi: portare in Polesine il Festival Corale. La Corale Adriese ha quindi ripreso il concerto con due brani tratti dall’opera “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni interpretati dal tenore Pattaro ed un finale veramente eccezionale con il brano “Per te l’immenso giubilo” di Gaetano Donizetti. Layla ha quindi ringraziato tutti i presenti, la padrona di casa Maria Adelaide Avanzo, l’orchestra, la scuola di ballo e quanti hanno lavorato per la positiva riuscita del concerto che si è concluso con i ringraziamenti del direttore dell’orchestra Giaroli soprattutto ai suoi musicisti per aver “lottato contro l’umidità del dopo temporale per salvare i loro delicatissimi strumenti musicali” e Layla “persona speciale” che conosce e con cui collabora con immenso piacere ormai da diversi anni. L’esecuzione di “Brindisi” dall’opera “La Traviata” di Giuseppe Verdi e il taglio della torta con spumante, per tutti i presenti, per festeggiare i 125 anni della fondazione della Società Corale Adriese, ha spento le lucidi una serata indimenticabile.

Giannino Dian