//Esperienze forti e importanti
don-lino-giovani

Esperienze forti e importanti

ROSOLINA

Studenti delle superiori a Rimini

Don Lino Mazzocco, parroco della parrocchia di Rosolina, è stato a Rimini con gli studenti delle superiori. Sono stati ospiti alla Casa Stella Maris, dove operano persone che condividono la spiritualità cristiana e la vocazione della comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi. I soggiorni sono stati due. Uno dal 21 al 24 agosto con 25 ragazzi che frequentano la prima superiore. Un altro è stato dal 2 al 7 settembre con 42 ragazzi dalla seconda superiore fino al primo anno di università. “I ragazzi avevano mezza giornata libera – dice don Lino – e uno spazio per le testimonianze della comunità. Abbiamo fatto un’esperienza di collaborazione con i portatori di handicap e i ragazzi hanno anche preparato dei cartoncini”. Don Lino sottolinea che a settembre i ragazzi hanno incontrato i barboni della città che sono accolti nella comunità. Che hanno organizzato cene e feste tutti insieme. Hanno anche interagito con Stefano Vitali, un ex presidente della Provincia, che è stato miracolato perché è guarito dalla sua malattia. “C’è stata anche una mattinata terapeutica con i carcerati che stanno facendo un cammino di riabilitazione e di recupero – continua -. Il tutto per fare un’esperienza di amicizia e di libertà e soprattutto di solidarietà. Volevo che emergesse in tutto questo la provocazione affinché si facessero delle domande sul significato della vita”. Il parroco racconta che questo è il terzo anno che fa questa esperienza con i ragazzi e che ogni anno il gruppo si allarga, per cui tornano sempre soddisfatti. “La formula è interessante perché non è il classico campo scuola – dice -. E’ un percorso molto coinvolgente. I ragazzi, in questa cultura moderna, vivono di immagini, e in questa esperienza capiscono che si può incontrare gente nuova e capire che la cosa bella è che quando qualcuno ha dei problemi c’è qualcuno che lo accoglie. E gli propone un cammino interessante”. Un altro appuntamento con i ragazzi sarà il 29 settembre sul tema “Un pasto al giorno”, un’iniziativa a livello nazionale, proposta appunto dalla Comunità Giovanni XXIII (per il  21 e 22 settembre).  

Barbara Braghin