//Cercare la bellezza autunnale
autunno

Cercare la bellezza autunnale

Cari lettori

Scoprire il Creato (ambiente naturale ed esseri viventi) e prendersene cura

ari lettori, spero proprio che la stagione autunnale vi dia l’opportunità di cogliere l’enorme bellezza che l’ambiente naturale pone davanti agli occhi di tutti quelli che desiderano scoprirla. Sarebbe davvero importante per voi riuscire a dedicare del tempo a questa avventura, rivelandovi pazienti cercatori di bellezza. “Chi cerca trova” dice il proverbio, perciò se vi metterete all’opera ne scoprirete molta. Vi faccio notare che la bellezza della natura va di pari passo con la bontà delle persone, perciò avrete modo di familiarizzare con la bontà più di quanto abbiate fatto fino ad ora. Qualcuno potrebbe obiettare dicendo che il tempo a disposizione è poco, visto che è iniziata la scuola. In questo caso, la mia risposta sarebbe che se a scuola non ci si dedica anche alla scoperta della bellezza e della bontà (invitando scolari e studenti a farlo pure nel tempo extra-scolastico) c’è qualcosa che non va per il verso giusto, in quella situazione. A questo punto, vi suggerisco di proporre ai vostri genitori e agli insegnanti di diventare, per voi, delle buone guide, lungo i sentieri che portano a scoprire la bellezza della natura e la bontà delle persone. Vedete, io sono convinta che ci si prende cura volentieri di ciò che si ama e ci sta a cuore (si tratti di persone, di ambiente naturale o di altri esseri viventi), perciò non si può prescindere dall’amore quando si parla di custodia del Creato. Se vi dedicherete a scoprire la bellezza del Creato, la bontà delle creature e imparerete ad amarli, vi sarà molto più facile mettere in atto comportamenti virtuosi per non nuocere a nessuno. Se anche vi saranno richiesti piccoli sacrifici, li farete volentieri e chiederete anche ad altri di farli. Non vi peserà, ad esempio, stare attenti a non sprecare acqua, smettere di usare troppi oggetti di plastica, come pure non gettare rifiuti per la strada, né imbrattare muri. Chi ama la bellezza e la bontà desidera spargerle a piene mani, e accadrà anche a voi di desiderare di farlo, ne sono certa!

Alfreda Rosteghin

Discutendo si impara

(per dirlo in versi…)

Un pastello e un pennarello,

di colore rosso,

discutevano a più non posso.

Il pennarello, pieno di sé, gridava:

“Sono facile da usare,

con me si fa presto a colorare”.

Rispose allora il pastello:

“Io, invece, sono amico dell’ambiente,

perché inquino poco o niente”.

Il pennarello si fermò a pensare, 

 poi disse, senza più gridare:

“Hai ragione, son facile da usare,

ma l’ambiente so poco rispettare”.

A. B