//A scuola di innovazione
pellico

A scuola di innovazione

AL CONVEGNO DI BASSANO

La partecipazione della secondaria di I grado “S. Pellico” di Chioggia

La grande sfida della scuola, oggi, è quella di aprirsi al nuovo, coniugando sapientemente tradizione e modernità. È possibile una vera innovazione nel mondo della scuola? Di questo si è discusso in un convegno dal titolo “Innovare nella scuola”, tenutosi a Bassano del Grappa il 25 settembre scorso presso il Liceo Ginnasio “G. B. Brocchi”, cui hanno partecipato i professori F. D’Andrea, F. Maretto, E. Penzo, C. Varagnolo, A. Zanella. Innovare si può e si deve, secondo i relatori intervenuti, tra cui la dottoressa L. Biancato, dirigente scolastica, che ha parlato di “Visioni e strategie didattiche- Innovare la scuola, rivoluzionare l’apprendimento” e i dottori P. Migliavacca e F. Nuzzo (ADE, AET), che hanno incentrato la loro riflessione su “Inclusività e coding: potenzialità e applicazione di metodi e sistemi innovativi”.  

Necessario agire sul sistema dell’istituto, creando, attraverso scelte precise, le condizioni favorevoli per un cambiamento, che riguardi organizzazione della scuola, ambienti, tecnologie. Le potenzialità di queste ultime sono oggi moltissime ed esse devono diventare nella scuola potenti alleati per la didattica di tutte le discipline e stimolare creatività, pensiero critico, apprendimento trasversale, per ampliare competenze e migliorare l’autostima. Alcune semplici app possono attuare una vera inclusione anche per i ragazzi più svantaggiati, con disabilità o problemi di apprendimento, aiutandoli a superare gli inevitabili limiti di relazione che spesso la stessa disabilità comporta ed esaltando le loro potenzialità. L’importante è non confondere micro-azioni di innovazione con il vero cambiamento, che, per attuarsi, deve fondarsi su strategie solide e sulla durata nel tempo.

Staff Comunicazione Chioggia 1-Pellico