//Sfatato il tabu Ambrosiana
union-clodiense-19-20

Sfatato il tabu Ambrosiana

UNION CLODIENSE

Una Union Clodiense formato trasferta. Il 3-1 ottenuto su un campo notoriamente ostico per i colori granata, come il “Montindon” di Sant’Ambrogio di Valpolicella, ha confermato il trend dei ragazzi di Vittadello in questo inizio di stagione. Su tre gare in trasferta i lagunari ne hanno vinto due (S. Luigi e Ambrosiana) e pareggiato una (Delta), collezionando sette punti, ovvero oltre la metà dei punti fin qui realizzati.

Ed a confermare la preferenza a giocare fuori casa dell’Union Clodiense ci sono anche i gol realizzati. Ben 11 in tre gare, in pratica quasi quattro a partita.

Contro l’Ambrosiana la squadra di Vittadello, che non era riuscita nel turno precedente a scalfire il muro del Vigasio, ha dato vita ad una gara double face: primo tempo molle e ripresa di grande personalità. Nella prima frazione di gioco, infatti, sul sintetico di Sant’Ambrogio, l’Union Clodiense non ha approcciato al meglio il match, rischiando subito, dopo nemmeno un minuto di gioco, su una traversa colpita dagli attaccanti rossoneri. Sembrava ancora una partita stregata per i granata contro l’Ambrosiana, ma stavolta i lagunari hanno saputo reggere l’urto ed andare al riposo con la rete inviolata.

Nella ripresa, invece, la partita è cambiata di tono. L’Union Clodiense ha serrato le fila ed ha cominciato a stringere d’assedio l’area di rigore della squadra veronese che è capitolata dopo pochi minuti, battuta da un colpo di testa di Djuric sugli sviluppi di un calcio d’angolo. A pareggiare i conti ci aveva pensato Alba, su punizione, ma pochi minuti dopo Pastorelli, sempre sugli sviluppi di una palla inattiva, riportava avanti l’Union Clodiense, che chiudeva definitivamente il conto con Cuomo.

Vittoria che proietta i granata al secondo posto della classifica, ad un solo punto dalla capolista Cartigliano, caduta ad Este. Union Clodiense che nel prossimo turno giocherà ancora in trasferta sul campo del Belluno, per provare a confermare la serie positiva di risultati.

Daniele Zennaro