//Concerto della corale di Mazzorno Destro

Concerto della corale di Mazzorno Destro

OTTOBRE FRANCESCANO

Nell’ambito dell’”Ottobre Francescano”, nella chiesa parrocchiale di San Francesco d’Assisi di Taglio di Po centro è stato effettuato il concerto della Corale di Mazzorno Destro, con la partecipazione di alcuni allievi dei Conservatori musicali di Rovigo e di Adria, diretta dal giovane maestro Marco Finotti di Taglio di Po. E’ stata ospite del concerto la soprano Giovanna Manzato. Presenti i tre nuovi sacerdoti: don Damiano Vianello, i vicari don Stefanio Nardelli e don Giuseppe Cremonese che guideranno, per la parte religiosa, la comunità delle due parrocchie di Taglio di Po e Mazzorno Destro, con Patrono San Francesco d’Assisi e i direttori dei cori tagliolesi, “Le Note del fiume”, maestra Marinella Smiderle e “Voci del Delta”, maestro Marco Ruzza. Alla presenza di un discreto numero di persone, in apertura del concerto, il parroco don Damiano ha ringraziato chi si è adoperato per l’organizzazione dell’”Ottobre Francescano” ed ha saluto affettuosamente tutti i presenti, compresi i componenti della Corale di Mazzorno Destro della quale molti sono parrocchiani dell’Unità Pastorale. Ha portato il saluto pure l’assessore comunale, Silvia Boscaro. Il concerto è stato senz’altro di buon livello. Le presentatici dei vari brani, in alternanza, sono state le coriste Silvia Ruzza e Nicole Fraulini. Il concerto si è sviluppato in tre parti. La prima parte con il coro e orchestra in cui vi è stata l’esecuzione della “Messa di Charles” di Charles Gounod; ha fatto seguito “Ave Maria” di Jacques Arcadelt. La seconda parte, per solisti e orchestra, ha visto l’esibizione della soprano Manzato con “Ave Maria di Camille Saint-Saens, “Domine Deus Rex Coelestis” dal Gloria di Antonio Vivaldi, “Vierge Marie” di Francis Lopez e “Panis Angelicus” di Cesar Franck; della corista, soprano Annalisa Beltrame, con “Pie Jesu” dal Requiem di Gabriel Faurè. La terza ed ultima parte è stata solo per coro e orchestra, con l’esecuzione di “Ave Verum” di Wolfgang Amadeus Mozart, “Tratti dal Gloria” di Antonio Vivaldi. “Gloria in Excelsis Deo”, “Laudamus Te” per soprano, Elena Armari, e contralto, “Domine Fili”, “Domine Deus, Agnus Dei Filius Patri”, “Cum Sancto Spiritu” e “Alleluia” dal Messiah di George Friederick Haendel. Non potevano mancare, alla conclusione del concerto, i ringraziamenti del direttore del coro, Marco Finotti, a tutti gli attori e veri “protagonisti” della serata concertistica in onore a San Francesco d’Assisi, ma anche la richiesta generale del solito “bis” che ben volentieri il coro, l’orchestra e la soprano Manzato hanno effettuato, ripetendo l’esecuzione dell’”Alleluia” dal Messiah di Haendel, lungamente applaudito dai presenti in chiesa veramente soddisfatti per aver goduto di un concerto molto impegnativo, senz’altro adatto per importanti teatri e palcoscenici anche del canto lirico. 

Giannino D.