//Fiera Didacta 2019
scuola-pellico-Filippo_Maretto

Fiera Didacta 2019

CHIOGGIA

Il futuro chiama, la scuola Pellico c’è

Dal 9 all’11 ottobre 2019, all’interno della prestigiosissima Fortezza da Basso, si è svolta a Firenze la terza edizione di Fiera Didacta Italia, il più importante appuntamento fieristico relativo al mondo della scuola, che per tre giorni ha trasformato la città toscana nella capitale europea della scuola del futuro. Presente da oltre 50 anni in Germania, Fiera Didacta è nata con l’obiettivo di promuovere il dibattito sul mondo dell’istruzione tra gli enti, le associazioni e gli imprenditori, agevolando l’incontro e il dialogo tra le scuole e le aziende del settore. Rivolta a tutti gli operatori nell’ambito dell’istruzione, dell’educazione e della formazione professionale, Didacta ha visto la partecipazione di rappresentanti istituzionali, dirigenti scolastici, docenti, formatori ed educatori, oltre a professionisti e imprenditori operanti nel settore della scuola e della tecnologia. Partner scientifico di Didacta, anche quest’anno, è stato INDIRE, l’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa. Oltre alle attivitàà curate da INDIRE hanno trovato spazio le offerte formative organizzate dal MIUR, dal CNR e da altre tra le più rilevanti realtà nazionali e internazionali nell’ambito dell’istruzione e della formazione, con un programma scientifico di oltre 170 eventi, tra cui 82 workshop, 67 seminari e 10 convegni. Nel corso della cerimonia di apertura della Fiera, quest’anno dedicata a Leonardo da Vinci nel 500° anniversario della sua morte, è intervenuto il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Lorenzo Fioramonti: “Qui a Didacta c’è una bellissima opportunità per parlare della scuola e di come potrà essere, di come dovrebbe essere” le sue parole. Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha dichiarato: “Qui non si parla solo di educazione, ma anche di formazione, innovazione tecnologica e nuovi linguaggi digitali con una consapevolezza: che la tecnologia è uno strumento e non un fine e che i nostri ragazzi devono imparare il modo con cui gestire le nuove tecnologie e i nuovi linguaggi. Perché quello che conta è sempre la creatività, la capacità critica e la consapevolezza”. L’Istituto Comprensivo Chioggia 1 non poteva mancare a un appuntamento così importante per il futuro della scuola italiana: Filippo Maretto (nella foto), docente presso la scuola “Silvio Pellico”, ha partecipato alla Fiera per tutte e tre le giornate, con un’agenda fittissima di corsi, seminari, workshop, dibattiti, raccogliendo numerosissimi spunti didattici e testimonianze di pratiche virtuose che riporterà ai colleghi dell’Istituto. 

S.S.P.