//Lavori urgenti all’edificio
scuola-media-elia-maestri-taglio-di-po

Lavori urgenti all’edificio

Scuola “Elia Maestri” di Taglio di Po

La sede dell’Istituto Comprensivo che è la stessa dove ha la sede la scuola intitolata al primo preside “Elia Maestri” ha bisogno urgente di manutenzione, il finanziamento c’è e si sta costruendo un progetto fattibile e risolvibile di tutti i problemi. 

Il 30 ottobre scorso, il sindaco Francesco Siviero, l’assessore ai lavori pubblici Davide Marangoni e il dottor Alessio Mantovani dell’ufficio tecnico comunale hanno incontrato la Task Force Edilizia Scolastica (TFES) del Veneto, Nucleo di verifica e controllo istituita dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, creata appositamente per accompagnare gli Enti locali beneficiari di finanziamenti nell’attuazione degli interventi di edilizia scolastica, con lo scopo di garantire il pieno utilizzo delle risorse ad essi destinate. 

“In quell’occasione – afferma l’assessore Marangoni – abbiamo avuto la possibilità di confrontarci ed illustrare lo stato di avanzamento delle attività che porteranno all’aggiudicazione definitiva dei lavori nel prossimo 2020. Il finanziamento di 2.609.000 euro, di cui il Comune di Taglio di Po è beneficiario, ci consentirà di ristrutturare completamente l’intero complesso scolastico di via Manzoni. Durante l’incontro abbiamo potuto illustrare la bozza dello studio di fattibilità dell’intero plesso che, non appena approvato, diventerà la base per il proseguo dell’iter amministrativo che dovremo seguire”. “In quell’occasione – continua l’assessore Marangoni – abbiamo eseguito anche un sopralluogo illustrando alla Task Force le importanti criticità che andremo a risolvere, come ad esempio la riqualificazione dell’ampio salone che è attualmente inutilizzabile causa problemi legati alle infiltrazioni d’acqua dal tetto oltre al riscaldamento e all’illuminazione completamente mancanti”. 

“Questo finanziamento rappresenta un’opportunità formidabile ed unica per Taglio di Po e stiamo cercando di capitalizzarla al massimo costruendo un progetto che risolva le numerose inefficienze – spiega il sindaco Siviero – e da parte dell’amministrazione che rappresento c’è la massima comprensione sia per gli studenti che per il corpo insegnante, però problematiche così importanti da risolvere necessitavano di una attenta programmazione e di realizzare una progettualità seria che ci ha permesso di ottenere questo finanziamento. Proprio per le necessità della scuola, le attese degli alunni, del corpo docente e delle famiglie degli studenti, si auspica che tutto l’iter burocratico, che da qui in avanti obbligatoriamente verrà avviato, possa portare in tempi brevi all’aggiudicazione della ditta e quindi all’inizio dei lavori”. 

Si attende anche che vengano risolte alcune problematiche per la ripresa dei lavori al PalaVigor ed aprire le porte sia alla scuola, per le lezioni come da programma, costretta a spostare gli alunni e sempre a piedi, al centro sportivo “Edoardo Duò”, nella vecchia e lontana palestra “Prof. Luciano Zanella” che ad alcune società sportive che attendono con ansia, dovendo continuare ad usare, pure loro, la vecchia palestra comunale o altre palestre o palazzetti dello sport dei comuni più e meno vicini.

G. Dian