//Albero di Natale speciale
albero-di-natale-speciale-taglio-di-po

Albero di Natale speciale

Taglio di Po

Il tradizionale abete al centro delle due piazze di Taglio di Po quest’anno è stato sostituito da una costruzione “speciale” pensata e realizzata da due tagliolesi, Doriano Moschini e Rinaldo Beltrame. Questi due tagliolesi, volontariamente, hanno accolto la proposta del sindaco, Francesco Siviero, di effettuare un qualche cosa che potesse inserirsi nel tempo natalizio “a sostegno morale dei pescatori di Scardovari che hanno subito la disastrosa mareggiata dello scorso 12 novembre”. La proposta è stata condivisa. Ma il tempo era poco per poter concretizzare un qualcosa d’importante. “Circa una settimana fa – ha detto Moschini – abbiamo iniziato un lavoro che doveva essere completato entro venerdì 6 dicembre perché la Pro Loco aveva già programmato l’accensione, con la presenza del coro “Le piccole note” della maestra Gessica Reddi. “Non è stato facile – spiega Moschini – avere il materiale che, per un nostro progetto, necessitava per effettuare la realizzazione che potesse inserirsi nel contesto del centro cittadino e in particolar modo davanti al palazzo municipale. Avuta l’assicurazione dal sindaco Roberto Pizzoli di Porto Tolle che avremmo potuto accedere ai materiali considerati ormai dei rifiuti speciali accatastati sull’argine della Sacca, sul lato campagna, ci siamo recati sul posto, accompagnati da un responsabile del Consorzio delle Cooperative Pescatori di Scardovari e con un automezzo del comune di Taglio di Po, un dipendente comunale, affiancato dal sindaco Siviero, abbiamo raccolto il materiale che ci serviva. Quale significato avete voluto dare alla costruzione? “Abbiamo pensato ad una realizzazione che potesse essere vista come albero da qualsiasi lato si potesse guardare e soprattutto valutata positivamente, per il materiale usato derivante dalla cavane distrutte e pontili divelti con una bricola centrale anche questa recuperata tra le macerie”. Ma questo ha un beneficio per i pescatori? “Noi abbiamo voluto realizzare un albero con materiali che facevano parte di strutture necessarie per il lavoro di tanti pescatori quindi, potendolo osservare dovrebbe portare alla considerazione che questi lavoratori sono in evidente difficoltà logistiche per cui hanno bisogno della solidarietà di molti, di tutta la nostra comunità tagliolese”. Ritenete che i tagliolesi abbiamo compreso questa sostituzione di un abete con un albero fatto di materiali speciali? “Ho constatato che i tagliolesi hanno compreso ed apprezzato la motivazione di questa struttura e che hanno condiviso la fratellanza e la solidarietà da tutti noi dimostrata in questo particolare periodo natalizio per una calamità che ha coinvolto decine di famiglie di un comune a noi vicino”. 

Giannino Dian