//Un anno da ritenere positivo
giunta-fine-anno

Un anno da ritenere positivo

GIUNTA COMUNALE. Conferenza stampa di fine anno 2019

Dalla legge speciale al gpl, dal plastic free al sociale, dal turismo alle opere pubbliche

Un’annata unica e straordinaria con ben sei inaugurazioni”, ha esordito il sindaco Alessandro Ferro in apertura dei lavori della conferenza stampa di fine anno di mercoledì 18 scorso. All’incontro erano presenti il presidente del Consiglio e tutta la Giunta. “Tutto ciò è stato possibile anche grazie ai Patti territoriali e ai recenti finanziamenti della Legge Speciale. Voglio sottolineare che a seguito della partecipazione del Comitatone dello scorso 26 novembre, a Chioggia sono stati assegnati 9.250.000,000 euro, oltre a tutti i fondi che abbiamo già sotto forma di avanzo vincolato, subordinato al vincolo dell’assegnazione per i fondi della legge speciale. Nei prossimi anni (dal 2020 al 2024) arriveranno altri 5.666.000,00 euro che sono la quota parte del Comune di Chioggia su un plafond complessivo di 40 milioni messi a disposizione dal Governo”. L’ordinanza plastic free del febbraio 2019 (applicata con successo  in occasione della Sagra del pesce), la mobilità lenta e sostenibile, la lotta all’erosione costiera per il cambiamento climatico, sos scarichi sospetti e l’arginamento dell’inquinamento da plastica proveniente dai fiumi e dai corsi d’acqua attraverso delle barriere, che troverà attuazione nello sbarramento del cuneo salino per l’Adige con la presenza di dighe galleggianti che coinvolgono i rifiuti verso l’argine per la  successiva raccolta, sono gli aspetti che più caratterizzano l’Amministrazione per l’anno che sta per finire. “Per il 2020 c’è la volontà, – ha aggiunto il sindaco, –  di emettere un’ordinanza per vietare il fumo in spiaggia, se non in apposite aree, come pure nei parchi pubblici e parchi privati aperti al pubblico e frequentati da bambini e ragazzi. Questi provvedimenti – ha spiegato il sindaco –  non sono solo importanti per questioni di salute, ma anche per l’inquinamento derivante dai mozziconi di sigarette, che finiscono   alla fine nel nostro litorale”. Il presidente il Consiglio Comunale Endri Bullo, dal canto suo, ha sottolineato la “vivacità” dei 20 consigli del 2019: per questo è intenzione della maggioranza di rivedere il regolamento del Consiglio in modo da poter svolgere i lavori più velocemente, per evitare lungaggini poco utili al dibattito. Sono poi intervenuti tutti gli assessori. “L’attività che ha caratterizzato gran parte del nostro impegno è stata quella in merito al deposito gpl in Val da Rio, a 250 metri dal centro storico. – ha detto il vicesindaco Marco Veronese – Come l’esperienza delle case demaniali in Riva del Lusenzo ci sta insegnando, serve una collaborazione da parte di tutte le forze politiche per raggiungere l’obiettivo. Dopo cento anni renderemo giustizia ai cittadini”. Accordo con l’Università di Padova per la riqualificazione dell’area Ex istituto Cini all’isola di San Domenico; incremento dell’efficienza energetica del patrimonio comunale, con l’affidamento in house a Veritas per un valore complessivo di 5.856.000,00 euro derivanti dalla Legge Speciale (svincolo dell’avanzo di amministrazione); compendio di Forte San Felice, questi alcuni traguardi di Veronese. L’assessore alle Politiche sociali, Luciano Frizziero, ha concentrato l’attenzione sullo sforzo anche economico dell’Amministrazione (la spesa totale per il sociale nel 2019 è stata di € 5.306.300,00). Frizziero ha sottolineato, poi, alcuni progetti sociali nel territorio quali: ‘Minori, adolescenza e famiglia’, Affido e la Solidarietà familiare (CASF e ‘Nonni di quartiere’); ‘Inclusione sociale e povertà’ (‘Chioggia riparte dal lavoro’, ‘Reddito di Inclusione Attiva R.I.A’ ,  ‘Sostegno all’Abitare SoA’, ‘Contrasto alla Povertà educativa PE’); interventi a favore di chi versa in condizione di povertà estrema e per i senza dimora, ‘Housing first’. “Solo per l’area ‘Anziani e domiciliati’ –  ha aggiunto l’assessore – abbiamo sostenuto una spesa di 3.380.000 euro con 1341 persone coinvolte tra soggetti ricoverati in struttura protetta, servizio di assistenza domiciliare a persone non autosufficienti e servizio di consegna pasti a domicilio”. Per il settore socio sanitario l’assessore Frizziero ha sottolineato il lavoro fatto dal suo referato per i  piani attuativi delle schede ospedaliere, per l’ assegnazioni dei posti di apicalità in ospedale, per l’ospedale di comunità e per ottenere l’hospice, “che aspettiamo da dieci anni”. Lo stesso ha concluso segnalando che: “sono ben 110 milioni di euro i soldi che i chioggiotti hanno speso nel 2018 nelle slot e sale giochi, da cui l’impegno per combattere, nell’ambito della conferenza dei sindaci della Ulss 3, questa piaga sociale”. Per quanto riguarda il personale comunale, l’assessore Frizziero ha detto: “Stiamo vivendo la stagione di Quota 100. Nel 2019 sono uscite dal lavoro 18 persone e assunte a tempo indeterminato solo 6. Altre 13 usciranno nel 2020, tra tutte le categorie professionali presenti. Entro il primo semestre del 2020 si concluderanno le procedure concorsuali attualmente in essere”. L’assessore alla Polizia Locale e Protezione Civile Genny Cavazzana nel suo intervento, dopo avere ringraziato la Protezione civile, che nel 2020 festeggerà il ventennale, e la Polizia Locale, ha aggiunto di avere “affidato lo studio del transito delle navi gasiere, per integrare tutte le criticità connesse alla presenza del deposito di Gpl”. L’assessore alla Cultura e agli eventi Isabella Penzo ha ricordato alcune iniziative (dagli ombrelli appesi a carnevale, alle luminarie natalizie e il ricco calendario di feste nelle diverse stagioni) e ha sottolineato: “Uno dei nostri primi obiettivi sarà quello di dotarsi di un’immagine coordinata per la città, un marchio e un portale web. Per quanto riguarda lo IAT, che prima dipendeva dall’OGD, dal primo marzo 2020 sarà gestito tramite un bando”. Molteplici gli aspetti su cui si è soffermato a parlare l’assessore ai Tributi, al Bilancio, alla Pesca, Agricoltura e Partecipate Daniele Stecco quali ad esempio le attività di conciliazione legate alla Tari. Per il bilancio, ha sottolineato l’importante revisione generale dei residui attivi e passivi. Ha, poi, ricordato l’affidamento a SST di nuovi servizi quali la gestione del mercato orticolo con la convenzione con Chioggia Ortomercato, il bike sharing, l’attivazione del sistema di pagamento elettronico My Cicero e la gestione camper service.  “Sul fronte rifiuti – ha detto l’assessore – per il 2020 è prevista la revisione del servizio raccolta con l’istituzione del porta a porta nelle frazioni e delle calotte a Borgo San Giovanni e Sottomarina e un nuovo sistema di raccolta per il mercato ittico e i rifiuti della pesca”. Ha quindi concluso: “Per quest’ultima nel 2020 organizzeremo un congresso nazionale per discutere di temi come: pesca e acquacoltura; nuove direttive pesca; sviluppo del nuovo FEAMP e strumenti bancari di finanziamento per le aziende dell’intera filiera; pesca e il mondo della ricerca e pesca verso un’economia circolare”. Alla fine del lungo incontro, l’assessore Alessandra Penzo, che segue i referati dell’Urbanistica e dei Lavori Pubblici, ha affermato: “Sul tema urbanistica ribadisco il sostegno alle attività produttive del territorio attraverso l’approvazione di interventi in deroga al PRG ai sensi della legge regionale 55/2012. Ricordo la variante al PRG per Forte San Felice e per il ponte/sbarramento del cuneo salino sul fiume Brenta, anche nell’ottica di una nuova viabilità”. Ha quindi sottolineato: “Qualche giorno fa abbiamo dato in affidamento l’Elaborato Tecnico Rischi Rilevanti (ERIR), importante anche per il tema deposito gpl”, elencando poi le inaugurazioni nel settore LL.PP.: e cioè le celle frigo del mercato ortofrutticolo, la scuola di Sant’Anna e quella di Valli di Chioggia, il parcheggio e il giardino 8C1 e il camper service. Dopo avere ribaditi che ponti, scuole e strade sono l’obiettivo di questa Amministrazione, ha concluso: “Le opere in cantiere per il 2020, che inizieranno già a gennaio, sono: il piano asfaltature di  30 strade  per una lavorazione di 6 mesi, in centro e nelle frazioni; le cantierizzazioni per i ponti sul Canal Vena; entro maggio a Palazzo Granaio verrà finalmente  rimosso l’ingombrante cantiere e conclusi gli interventi entro l’anno. Ricordo la passerella in Campo Marconi (in affidamento l’opera), il restauro della porta Santa Maria (la cantierizzazione inizierà dopo le Feste natalizie), con il cinema Astra andremo in gara a gennaio e contiamo di poterlo inaugurare entro il 2020 e restituirlo quindi alla città. Per il ponte della Fossetta, indipendentemente dal rifacimento nuovo o la sua ristrutturazione, contiamo l’inizio del cantiere verso la seconda metà dell’anno”.

 R.D.