//LIBRI N.3-2020
libri-3-2020

LIBRI N.3-2020

Battesimo e cresima, perché e come

teologia-del-battesimo-e-cresima

Viene da un autore proveniente dall’Africa profonda – Makombo, Goma, in Congo – questo limpido testo sui primi due sacramenti dell’iniziazione cristiana, il Battesimo e la Cresima. Un discorso lineare, condotto sui testi biblici del Nuovo Testamento, sui Padri della Chiesa, sul magistero e sui teologi dei vari secoli, per dire che cosa sono questi due sacramenti, quale origine e quale sviluppo hanno avuto. E’ evidente che nei primi secoli i due sacramenti venivano celebrati nello stesso rito, esprimendo la partecipazione alla morte e risurrezione di Cristo e al dono dello Spirito Santo e la relazione con la Santa Trinità. Motivi prevalentemente pastorali hanno indotto una distinzione e separazione dei due momenti, che sottolineano l’uno la nuova nascita, l’altro la missione originata dallo Spirito. La nascita si rapporta evidentemente a tutta la persona e alla sua crescita e richiama la comunione di vita degli apostoli con il Signore Gesù. La missione fa riferimento in modo particolare al dono dello Spirito nella Pentecoste. Si evidenzia così che i doni del Signore si rapportano allo sviluppo e alle tappe progressive della vita del cristiano, il quale si rende partecipe della vita della Chiesa e della storia del mondo secondo la sua specifica vocazione. ‘Così il Battesimo è stato concepito come il sacramento della fede e la Cresima come il sacramento della missione e della testimonianza’. Dopo avere dettagliatamente e ordinatamente presentato i singoli due sacramenti, l’autore dedica una terza parte del suo lavoro al ‘rinnovamento della teologia del Battesimo e della Cresima’, tirandone le conseguenze per la crescita nella fede, per la formazione cristiana e per la missione. Sia per l’esposizione dottrinale, sia per le osservazioni conclusive, il testo si presenta come base per tutte le conseguenze di tipo pastorale, catechistico, educativo. 

Angelo Busetto 

Innocent Hakizimana Ndimubanzi, Teologia del Battesimo e della Cresima, Edizioni OCD, Sussidi, Via Vitelli 14, Roma 2018, pp. 210, € 14,00.

Parole come perle

Parole-come-perle

Nella raccolta sala Piasentini del Museo Diocesano di Chioggia si è svolta, il 21 dicembre scorso la presentazione del libro “Parole come Perle” di Sogna Nordio (foto sotto). L’autrice fa parte del gruppo di lettura e scrittura Circolo degli Abbracci – ANDOS e del Gruppo Poeti Città di Chioggia. Cosa ha portato Sogna a realizzare questo progetto, raccogliendo in un’opera i suoi scritti degli ultimi dieci anni? La risposta è il desiderio di mostrare i colori del proprio animo, permettendo al lettore di riconoscersi nelle sfumature. Sogna trova nella scrittura, e nella poesia in particolare, lo strumento ideale per narrare emozioni ed esperienze, così come il profondo amore verso la sua Chioggia. La città è descritta come paesaggio e storia, come conchiglia in cui l’autrice ha trascorso la vita. Bragozzi e briccole, pescatori in mare o, troppo in là con gli anni, sulle rive dei canali a trascorrere le giornate ricordando e avendo negli occhi le onde, padrone del loro destino. Poesie, frasi e racconti conducono in un viaggio in cui le parole sono perle di dolcezza e pennellate di valori umani da trasmettere ai lettori. Nella sera del 21 dicembre, Sogna ha donato il suo libro e ha ricevuto un regalo altrettanto prezioso: l’affetto e la partecipazione delle persone in sala, tessere del mosaico di una vita. La commozione è divenuta a fine serata convivialità nella condivisione di un buffet all’interno della splendida cornice del Museo Diocesano Clodiense.

Paolo Ranzato

Sogna Nordio, Parole come Perle, Tipografia Regionale Veneta, Conselve 2019, pp. 128, sip.