//Ora tocca all’unica scuola media
scuola-media-elia-maestri-taglio-di-po

Ora tocca all’unica scuola media

Taglio di po

Interventi sugli edifici scolastici

An­cora interventi sugli edifici scolastici del comune di Taglio di Po per renderli sempire più sicuri e funzionali. “A fine anno abbiamo approvato un aggiornamento dello studio di fattibilità del plesso scolastico di via Manzoni il plesso dell’unica scuola media, un plesso di scuola elementare e gli uffici dell’Istituto Comprensivo – afferma l’assessore ai lavori pubblici e urbanistica Davide Marangoni – perché abbiamo valutato la possibilità di trasformare l’attuale struttura scolastica in un edificio che ha un consumo energetico quasi a zero e che in gergo tecnico si definisce NZEB ( Nearly Zero Energy Building)”. L’assessore prosegue dicendo che “ gli interventi che verranno previsti sugli edifici della scuola media “’Elia Maestri” e scuola elementare “Giovanni Pascoli” consentiranno una riduzione dei consumi energetici per il loro funzionamento, riducendo la domanda energetica per riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, produzione di acqua calda sanitaria ed elettricità con conseguente riduzione degli impatti sull’ambiente”. Il progetto di fattibilità, approvato con delibera di Giunta n. 57 del maggio del 2018, prevedeva un intervento di 2 milioni 900 mila euro ed è stato beneficiario di un contributo statale del MIUR di 2 milioni 609 mila euro. Gli interventi previsti consistevano nell’adeguamento sismico, alle norme antincendio, alle norme in materia di riduzione dei consumi ed efficientamento energetico, nonché l’adeguamento degli impianti elettrici e meccanici, alle norme in materia di superamento delle barriere, il rifacimento dei servizi igienici, il completamento della copertura al fine di risolvere definitivamente i disagi legati alle infiltrazioni dal tetto e la sistemazione dei percorsi esterni. Considerato l’esistenza degli incentivi del conto termico 2 (forma di finanziamento erogato dal Gestore servizi energetici nazionale), l’Amministrazione ha ritenuto maggiormente rispondente al proprio programma di politica ambientale ed energetica perseguire la soluzione che prevede la trasformazione in NZEB dell’intera struttura scolastica. “L’intervento prevede un aumento dell’entità dei lavori con un conseguente aumento del costo complessivo dell’opera – prosegue l’assessore Marangoni – il progetto dello studio di fattibilità di 2 milioni 900 mila euro approvato lo abbiamo aggiornato arrivando ad un complessivo di lavori da fare pari a 4 milioni 426 mila 609,5 euro”. Anche quest’anno sarà un anno particolarmente intenso per la nostra struttura tecnica – conclude l’assessore Marangoni – perché oltre ad altri interventi minori dovremmo avviare e concludere un nuovo stralcio del Pala Vigor e contemporaneamente arrivare all’aggiudicazione dei lavori del plesso di via Manzoni entro il prossimo settembre”.

Giannino Dian