//Cresce nel territorio la sensibilità ambientale
fioravanti

Cresce nel territorio la sensibilità ambientale

TAGLIO DI PO

A colloquio con l’assessore Alberto Fioravanti

Il 2019 per l’assessorato all’ambiente, guidato dall’assessore Alberto Fioravanti, è stato un anno ricco di iniziative di sensibilizzazione ma anche di attività di controllo e salvaguardia del territorio. “Per la prima volta, grazie alla collaborazione con il comune di Ariano nel Polesine – ha detto l’assessore Fioravanti – siamo riusciti a creare un calendario unico di eventi di pulizia di zone pubbliche, aperte ai cittadini volenterosi: a Taglio di Po il 20 gennaio 2019 c’è stata “Puliamo la Golena di Cà Zen” e il 2 marzo “Puliamo le Buse d’Pomela”. Questi eventi hanno visto la partecipazione di decine di singoli cittadini o inseriti in associazioni di volontariato e sportive, particolarmente volenterosi e sensibili al problema dell’ambiente sempre più minacciato dall’inquinamento che, oltre ad effettuare una importante pulizia hanno dato un grande segnale di partecipazione, condivisione e condanna degli incivili. Numerosi i camion di rifiuti di vario genere raccolti e consegnati all’Ecocentro comunale. Sempre in tema di abbandoni di rifiuti bisogna segnalare che grazie ad una delibera del Consiglio Comunale dal 2019 è stata alzata la sanzione minima per gli abbandoni che ora parte da 150 euro”. “Il grande lavoro di controllo del territorio da parte di Polizia Locale e dell’Ufficio Ambiente, unito alle segnalazioni dei cittadini – sottolinea Fioravanti – ha permesso di sanzionare numerosi incivili che hanno deturpato il nostro territorio abbandonando rifiuti in posti non adeguati. Purtroppo in molti casi questi intollerabili gesti restano impuniti poiché non c’è possibilità di risalire agli autori ma, ogni volta, grazie alla collaborazione di Ecoambiente i rifiuti sono stati raccolti e opportunamente smaltiti. Quantità queste sempre notevoli: basti pensare, ad esempio, che nell’ultimo intervento dell’anno eseguito nelle vicinanze dell’abitato di Mazzorno Destro, sono stati raccolti ben 14 quintali di materiali vari: migliaia di bottiglie di plastica, di vetro e lattine di alluminio, ma anche carcasse di frigoriferi, televisori, stampanti, mobilio, copertoni, ruote complete di disco di svariati tipi di mezzi di trasporto o di lavoro”. “E’ da citare – e lo faccio con grande senso di responsabilità, continua l’assessore Fioravanti – il grande lavoro di controllo e sanzionatorio che in questi anni sta facendo l’Ufficio Ambiente sul tema dell’eliminazione di cemento-amianto (eternit) pericoloso dagli edifici privati (sono ormai parecchi anni che è stato tolto da tutti gli edifici pubblici)”. E’ stato fatto qualcosa per sensibilizzare le persone a preservare l’ambiente? “Importante – ha spiegato Fioravanti – è stato l’evento svoltosi nel 2019 con la collaborazione della Scuola Primaria “G.B. Stella” di via San Marco e con il gruppo “Iniziativa per l’Ambiente” per la realizzazione della “Festa degli alberi 2019” durante la quale l’Amministrazione Comunale ha donato una piantina arborea di una specie autoctona ad ogni alunno del plesso. Bisogna ricordare che anche quest’anno abbiamo partecipato alle iniziative nazionali legate al risparmio energetico quali “M’Illumino di Meno” e “l’ora della Terra” e che il meraviglioso murales eseguito dall’artista Alessandra Carloni nell’ambito del progetto “Deltarte” posto sulla parete sud dell’ex scuola media, ora sede di diverse associazioni, che guarda Piazza Venezia, è stato realizzato anche per lanciare un grande messaggio di rispetto dell’ambiente”. “Credo proprio – conclude l’assessore Fioravanti – sia doveroso ringraziare tutti quelli che nel 2019 hanno dato una mano importante per realizzare tutto questo: Ufficio Ambiente del Comune, Polizia Locale, Istituto Comprensivo, Protezione Civile, alcune importanti associazioni di volontariato e sportive, ma soprattutto tutti quei cittadini che continuano a metterci la faccia ed adoperarsi in vario modo per contribuire nel mantenere il nostro splendido territorio pulito, decoroso e accogliente”. 

Giannino Dian