//BREVI DAL DELTA n.11 – 2020

BREVI DAL DELTA n.11 – 2020

* AIUTA IL PROSSIMO TUO – [Loreo]. E’ ormai attiva la commissione civica con il compito di provvedere ad una assistenza capillare alle persone in difficoltà (e soprattutto a quelle che per pudore o altro motivo non chiedono aiuto). Compongono la commissione, l’assessore ai servizi pubblici, consiglieri della maggioranza e della minoranza, rappresentanti di associazioni e della parrocchia. 

Se conoscete persone in difficoltà, segnalatele alla Commissione. 

* C’E’ CHI VA E C’E’ CHI ENTRERA’ – [Porto Viro]. Negli ultimi decenni l’organico del personale dell’amministrazione comunale si è ridotto in modo evidente. Al giorno d’oggi sono 43, ma a suo tempo nel solo Comune di Donada erano ben 60. Nel prossimo triennio sono previsti pensionamenti, che verranno compensati con 6 nuove assunzioni. Attualmente in servizio ci sono 24 donne e 19 maschi. E quindi non fa meraviglia se è prevista l’istituzione del Comitato unico di garanzia, che sostituirà il Comitato per le Pari Opportunità. 

* SICUREZZA STRADALE: IL PINO SOSTITUTO DAL LECCIO – [Rosolina Mare]. In montagna capita spesso di vedere un pino sopra un grosso macigno e le radici quasi sopra la roccia. Le radici dei pini per natura tendono a non scendere nel terreno. Ecco perché in due punti strategici della strada nella zona balneare, le radici dei pini hanno provocato il dissesto della pavimentazione stradale e rappresentano un pericolo per i passanti. Tredici di questi pini vengono sostituiti con tredici lecci, le cui radici si “immergono” nel terreno.    

* UN OMAGGIO AI NATI NEL 2019 – [Porto Tolle]. Ai genitori della quarantina di bambini nati nel 2019, l’amministrazione comunale ha deliberato di donare un pacchetto di prodotti per l’infanzia. Il sindaco ha inviato, quindi, un lettera di benvenuto ai nuovi nati, invitando i genitori a recarsi all’Ufficio Sanitario per ritirare il pacchetto e anche un opuscolo che li informa sulle modalità di accesso ai servizi per la famiglia.

* STORIA INFINITA NELLA PESCA IN LAGUNA – [Porto Tolle]. Sembrava che la “storia” fosse finita e che i pescatori potessero svolgere la loro attività. Ma sembra che non sia così. Se non si viene ad una svolta, circa 60 pescatori (vale a dire famiglie) non potranno svolgere la loro attività di pesca (attenzione!) professionale, perché la Provincia non darebbe il permesso in base ad un articolo del 2016 che punisce invece (attenzione!) il bracconaggio ittico nelle acque interne, cioè tutt’altra cosa. Si chiede che a Roma sia chiarita una volta per tutte questa diatriba.   

* CORONAVIRUS (1): PARERI DISCORDI SUL MODO DI AFFRONTARLO – [Delta]. Il problema è serio ed il modo di affrontarlo vede in contrapposizione sia le autorità mediche (tra loro) e sia in tono minore la politica. Non è facile dare giudizi, ma si ha la netta sensazione che a Roma ci si è mossi un po’ tardi e un po’ disorganizzati nell’affrontare il coronavirus.  

* CORANAVIRUS (2): RINVIO DI MOSTRE – [Delta]. Incontri e apertura di mostre artistiche, già programmati, sono stati rinviati a data da destinarsi in ottemperanza alle decisione delle autorità sanitarie e governative. In teoria lo spostamento è di qualche mese, salvo imprevisti. Penalizzati sono stati subito gli incontri “Marzo Rosa” sulle violenze alla donna.

* CORONAVIRUS (3): COMMENTI TV AL BAR- [Delta]. El Gigio ascolte el Tg che dà   notixie de sta epidemia. A varde i so amissi e co aria seria el fa sto commento: “A mi me piaxaria essere bravo a scrivare, perché faria un libro dove mettare tute le notixie e i commenti che xe sta fatti dall’inizio de sta malattia. Ma su contento che non so scrivare, perchè se fa veramente fatiga a capire chi che paragone i problemi del coranavirus co quei del terremoto in Umbria o del ponte Morandi a Genova.”

Aldo Bullo