//Libri n.11 – 2020
libri-11-20

Libri n.11 – 2020

Tra santi e preghiere

ZAPPULLA

Una mazzetta di piccoli libri, che esprimono l’intensità del desiderio di coloro che li scrivono, raccogliendo esperienze proprie e altrui.

Il primo libro presenta un discorso sulla preghiera di lode, che tiene a bada Satana sempre invadente. La lode è riconoscenza che scioglie il cuore, fa risuonare la creazione e si apre al dono dello Spirito Santo, ravvivando il dono della fede.

Il secondo è quasi un’antologia di citazioni, riprese da autori del passato e del presente, con una decisa preferenza per don Divo Barsotti e san Escrivà. I temi percorrono tutti i ‘tornanti dell’anima’.

Il terzo libro racconta sinteticamente la vita di Sant’Annibale di Francia, il marchese che si dedicò ai poveri e derelitti di Messina, morto nel 1927, patrono della preghiera per le vocazioni.

Il quarto libro presenta una Via Crucis con lo schema tradizionale delle 14 stazioni; rivolto ai giovani, con commento, preghiere e sottolineature che intendono tener conto del loro linguaggio e dei loro problemi.

Francesco Maria Marino OP, Lode a te o Dio, pp 76 € 9,00

Stefania Perna, Tra i tornanti dell’anima pp 148 € 15,00

Lucio Tilli, Sant’Annibale di Francia pp 62 € 6,00

a.b.

Andrea Zappulla, Sulla via della croce con generazione 2.0, Edizioni Segno, Tavagnacco, Udine 2019, pp. 72, € 9,00.

Raffaello, la grande bellezza

luoghi-infinito

Insuperato e forse insuperabile, Raffaello torna a risplendere in questo anno 2020, cinquecento anni dopo la sua precocissima morte – a 37 anni – che fece piangere il mondo. Esposizioni straordinarie nei musei vaticani, ultimamente precluse al pubblico a causa del coronavirus, pubblicazioni, riviste.

Splendido il numero di marzo di Luoghi dell’infinito, nelle pagine ampie e rifinite che riproducono con nettezza molti dei suoi dipinti. 

Ma la grande scoperta è la persona stessa di Raffaello, che viene raccontato nella fioritura della giovinezza e nell’esplosione della maturità, ricchissima di iniziative e di produzioni. Non solo il Raffaello pittore, ma architetto, progettista ed esecutore, conservatore di beni culturali. 

Prototipo di una svolta epocale dell’arte e della cultura, con un patrimonio di fede e di teologia che si è riversato nelle sue tele. 

Una ricchezza e una bellezza che pervade e supera il pure straordinario livello estetico delle sue opere.

Angelo Busetto