//Preparazione della Settimana dello sport
settimana-sport

Preparazione della Settimana dello sport

Sport portotollese

Le società sportive di Taglio di Po presenti all’incontro promosso dall’assessore allo sport-vice sindaco, Alberto Fioravanti, per continuare l’organizzazione della seconda edizione della “Settimana dello sport” erano di più di quelle del primo incontro effettuato circa un mese fa, a significare che c’è molto interesse a partecipare. Infatti erano presenti i dirigenti del Mini basket, dello Skating Club Rovigo, degli Arcieri, del Judo, degli Amatori calcio, della Virtus volley, del gruppo Podisti Avis, del Circolo Tennis, del Vespa club della Tagliolese calcio, della scuola di Danza di Oca e del delegato di zona del Coni (nella foto) L’assessore allo sport Fioravanti ha esordito ringraziando i vari dirigenti sportivi per aver affrontato con sacrificio la sospensione di ogni attività sia di allenamento che di competizione, dovuta al “Coronavirus”, denunciando il fatto che non tutti i Comuni si sono comportati in modo omogeneo. C’è stata molta confusione. Noi continueremo a comportarci in modo lineare. Fioravanti ha poi detto: “Il cambio di dirigente dell’Istituto Comprensivo è stato un bene per tutti, per la scuola ma anche per le attività del Comune e delle società sportive perché, finalmente, con questo che rimarrà con noi almeno per tre anni, si può ragionare e programmare. Ho parlato sia con la dirigente Antonella Flori che con il vicario Mario Marafante per avere la partecipazione degli alunni delle scuole elementari e la risposta è stata più che positiva così come ha deliberato il Collegio dei docenti per cui, quest’anno, nessuno potrà mancare. Il problema è che quattro classi delle quindici attuali dei due plessi scolastici fanno l’orario prolungato dal lunedì al venerdì per cui saranno solamente undici le classi che, scaglionate, parteciperanno al mattino del 23 maggio (questa la data provvisoria, in attesa che la Regione decida la data delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale, ndr.)”. L’assessore Fioravanti ha pure detto se al mattino ci saranno gli alunni delle scuole elementari che visiteranno i vari stand o postazioni fisse distribuite sul campo sportivo, negli spazi dello stadio, sui campi del tennis club sia scoperti che quello coperto e nella palestra comunale, nel pomeriggio vi saranno gli incontri liberi degli alunni, accompagnati con i loro genitori, ma anche di altri ragazzi della scuola media (che quest’anno non saranno coinvolti ma lo potranno essere nella terza edizione del 2021) ed altre persone soprattutto interessate a sport per adulti. La novità è che si potrebbe pensare anche ad utilizzare delle dimostrazioni serali e notturne, sia negli stessi spazi utilizzati al mattino ed a pomeriggio ma anche sulle due piazze, Venezia e IV Novembre, con eventi particolari. Dopo vari interventi l’incontro si è concluso con l’invito dell’assessore Fioravanti ad indicare a lui stesso come si preferisce avere uno spazio per la sera, considerato che allo stadio comunale vi sarà pure il memorial “Edoardo Duò”.

Giannino Dian