//Si gioca in estate?
porta-campo-calcio

Si gioca in estate?

SERIE A-B-C

Continua ad essere pieno di incognite il futuro del calcio italiano ed europeo. La data prevista di ripresa dei campionati, fissata inizialmente per il 3 maggio, è da ritenersi cosa improbabile visto che il ministro per le politiche giovanili e sport Spadafora ha preannunciato in settimana che bloccherà tutte le attività sportive, compresi gli allenamenti, fino al 30 aprile.  Impensabile, anche, una ripresa dei tornei il 15 maggio, data che consentirebbe di chiudere la stagione prima del 30 giugno, ultima data limite per la conclusione dei campionati. L’Uefa per dare una regolarità alle competizioni europee, anche della prossima stagione, spinge per la conclusione dei campionati e non per la sospensione. Sulla questione è intervenuto anche il presidente del Nizza che ha presentato una proposta alquanto singolare che andrebbe, comunque, a farsi sentire anche nelle prossime stagioni in vista del mondiale del 2022 in Qatar che si disputerà tra novembre e dicembre. L’idea è sempre quella di terminare questo campionato, ma a partire da agosto per poi concluderlo a fine ottobre o novembre. Tutto questo per evitare di disputare partite a porte chiuse e far girare anche l’economia del calcio.  Da una parte, dunque, c’è chi spinge alla sospensione dei tornei, come il presidente dell’Assocalciatori Tommasi che dà la cosa ormai per certa quando sostiene di abituarsi al pensiero che la stagione si sia conclusa. Dall’altra parte c’è chi rilancia l’estrema ipotesi di concludere questo campionato tra giugno e luglio. Il presidente della Figc Gravina ha spostato al 3 giugno l’ultima data possibile per far ripartire un campionato che si concluderebbe il giorno 12 luglio, con 12 turni disputati in 39 giorni, con due turni a settimana. Un tour de force che, almeno sulla carta, risulta essere improbabile e climaticamente proibitivo tenendo presente le ultime stagioni estive che hanno visto numerose ondate di calore concentrarsi proprio tra giugno e luglio.

Franco Fabris