//Sospendere la Tari
Taglio di Po

Sospendere la Tari

TAGLIO DI PO

COMMERCIANTI ED ARTIGIANI

Gli operatori della ristorazione ma anche i baristi ed i pasticceri sono preoccupati per la tassazione della Tari e hanno scritto una lettera al sindaco Francesco Siviero e all’assessore al commercio, Davide Marangoni. “I sottoscritti titolari e gestori delle attività di ristorazione-bar-pasticceria, meglio specificati nell’elenco allegato e regolarmente sottoscritto (sono 14 i sottoscrittori della lettera, ndr.). sono cortesemente a chiedere un incontro con lo scopo di rivedere e concordare un nuovo e diverso importo di riferimento all’emissione dei “Ruoli Tari” (bolletta tassa rifiuti), in quanto, come a Voi noto, a far data dal 12 marzo 2020 e fino a data da destinarsi, con Decreto Governativo, le stesse attività sono chiuse e sigillate, per cui oltre a non lavorare di conseguenza non producono nessun tipo di rifiuto sia organico, che secco, plastica, cartone ecc…ecc… Sia ben chiaro che tutti non vogliono eludere nessun pagamento relativo a qualsiasi servizio utilizzato, ma siamo pronti a pagare il giusto dovuto e niente di più, specialmente in questo momento delicato e travagliato. Sicuri e certi che troveremo insieme un facile e giusto punto d’incontro restiamo in attesa di un vostro gentile (e rapido) riscontro. Vi ringraziamo del tempo che vorrete eventualmente dedicarci e vi salutiamo cordialmente”. Riferimento per la risposta – conclude la lettera -: Spirito di…Vino di Franzoso Luca, via Roma 11, Taglio di Po; telefono: 349 21301191; mail: spiritodivino06@gmail.com. L’amministrazione comunale, con un proprio atto di Giunta n. 28 del 17 marzo 2020 ha deliberato lo spostamento della scadenza della prima rata della Tari dal 16 aprile al 31 maggio 2020 “senza applicazione di sanzione e interessi”. Ora, all’Amministrazione comunale è giunta questa lettera, datata 23 aprile e protocollata lo stesso giorno che, purtroppo, non ha ancora ricevuto alcuna risposta. Lo sarà nei prossimi giorni? Lo sperano i tanti commercianti di diversi settori merceologici presenti sul territorio comunale! 

Giannino Dian