//E’ ripreso il mercato settimanale
mercato-taglio-di-po

E’ ripreso il mercato settimanale

venerdì a Taglio di Po

Dopo oltre due mesi una quindicina di banchi hanno ricominciato la loro attività con la vendita di generi alimentari, ma anche fiori e prodotti per l’agricoltura, biancheria e vestiario occupando solamente gli spazi contingentati di piazza IV Novembre e non pure piazza Venezia rimasta vuota, occupata solamente dalle auto in parcheggio. La Polizia locale in stretta collaborazione con la Protezione civile e il supporto dell’Ufficio tecnico con la messa a disposizione delle transenne e nastri bianco-rossi per la realizzazione dei percorsi per l’entrata e l’uscita, hanno regolato e controllato sia il posizionamento dei banchi che l’affluenza delle persone. “Abbiamo avuto un mercato ordinato – ha detto il sindaco Francesco Siviero, sempre presente sulla piazza con il comandante della Polizia locale Maurizio Finessi e l’agente Fabio Doni, il coordinatore della Protezione civile, Ivano Domenicale con la volontaria Ramona Pregnolato, per questa prova di normalità – per tutto l’arco della mattinata la situazione è stata tranquilla, il mercato non si è mai interrotto ed è stato frequentato da persone coscienziose e intelligenti”. Sempre sulla piazza il sindaco Siviero ha poi detto: “Nella nostra comunità vi sono delle problematiche con i giovani ma, tutto sommato le regole vengono rispettate. Ricordo che per i minorenni i responsabili sono sempre i loro genitori. Le funzioni religiose, su tutto il territorio nazionale sono per ora limitate ai funerali con la presenza dei soli stretti familiari con un massimo di 15 persone mentre la celebrazione della Messa nelle chiede riprenderà lunedì 18 maggio con il rispetto delle norme di sicurezza (distanza, guanti e mascherine). Sempre dal 18 maggio sembra che il governatore Luca Zaia intenda anticipare l’apertura di molte attività. Io dico che dovrebbe essere una decisione tra tutti i governatori delle Regioni perché, in giro per l’Italia vi sono ancora dei focolai del Covid-19 quindi bisogna prestare la massima attenzione”. La manifestazione in piazza dei commercianti ed artigiani di Taglio di Po di domani (leggi oggi sabato 9 maggio) è legittima ed è un piccolo segnale al Governo della loro volontà di ricominciare e non ha senso che un sindaco decida, singolarmente, di aprire tutto, non può essere, ma solo insieme si devono prendere delle decisioni che non lascino spazio al virus di proliferare e raggiungere obiettivi di sicurezza per la salute che diano certezze per il futuro”.  

Giannino D.