//Museo di reliquie
Reliquie

Museo di reliquie

Libri e riviste

Questo libro, uscito in coda a tante opere prestigiose che illustrano il patrimonio religioso e artistico della nostra diocesi, ci prende per mano e ci accompagna a visitare un ideale ‘museo delle reliquie’ rendendoci partecipi della storia e della devozione del nostro popolo cristiano. 

Il culto dei santi trae origine dalla memoria dei martiri dei quali si narra il martirio (‘passio martyrum’), conservandone il corpo o parti di esso. La corona dei martiri ha il centro nel mistero dell’incarnazione, espresso nella croce di Cristo e nella figura della Vergine Maria. 

Fin da subito l’autore ci introduce a considerare l’identità della persona umana nella sua componente fisica, che è il corpo, e nella sua componente spirituale che usiamo chiamare anima, rilevandone l’inscindibile unità, riconosciuta ed espressa nelle varie culture, filosofie, religioni. 

Dopo il primo tempo dei martiri, la cura e la devozione dei fedeli si apre a riconoscere la testimonianza di santità originata dalla vita stessa dei cristiani, nei quali si prolunga il filo dell’incarnazione del Figlio di Dio, che valorizza la corporeità in ogni suo aspetto. Questo è il fondamento del culto delle reliquie, riferite al corpo dei santi o a frammenti di esso. Attraverso un’accuratissima ricerca nei luoghi, negli archivi, nei dialoghi con persone e comunità, l’autore ci conduce a visitare chiese e altari della diocesi di Chioggia, in un preciso e ragionato catalogo di tutte le reliquie esistenti. I santi martiri Felice e Fortunato conquistano l’attenzione più rilevante per l’entità della reliquia, corrispondente a un intero corpo umano (distinto, secondo la tradizione locale, nel “corpo di Felice” e nel “capo di Fortunato”, ndr) per l’antichità della storia, per l’imponenza della devozione, per la preziosità della loro custodia nella cattedrale di Chioggia. Ma, come una semente sparsa nei campi, tante reliquie di santi antichi e moderni sono custodite in tutte le chiese della diocesi, nell’altare centrale o in altari laterali. 

E’ il segno di un popolo vivo, che non dimentica la storia dei santi e ad essi si ispira come esempio, invocandoli nelle vicende della vita. Don Vincenzo arricchisce il suo viaggio con accurate notazioni storiche, riflessioni religiose e considerazioni di attualità, in pagine che scorrono minuziose e precise. 

L’ampia bibliografia indica l’accuratezza della documentazione da cui è nata la ricerca. In appendice vengono riprodotti gli ‘Atti di Felice e Fortunato’ nell’originale latino e in traduzione, insieme con alcuni inni e testi della liturgia; viene riportata l’Istruzione della Congregazione delle Cause dei Santi sulle reliquie, pubblicata nel 2017. 

Dulcis in fundo, una ventina di pagine riproducono reliquie, reliquiari, altari e immagini dei Patroni, dando colore alla intensa elencazione e narrazione del testo. 

Nei ringraziamenti finali viene citata la signora Anna Maria ved. Tomaz  ‘che ha sostenuto questa edizione’.

Angelo Busetto

Vincenzo Tosello, Il culto delle reliquie nella diocesi di Chioggia, Editrice Nuova Scintilla, Chioggia 2020, pp. 182, s.i.p.