//Una magica realtà sportiva
Scardovari-Calcio

Una magica realtà sportiva

LO SCARDOVARI CALCIO PROMOSSO IN ECCELLENZA!

Ritorniamo a parlare dello Scardovari all’indomani della comunicazione della Lega nazionale dilettanti, Comitato regionale del Veneto, che promuove in Eccellenza la Società sportiva calcio del presidente Stefano Pandora accendendo gli occhi dalla gioia a tutta la comunità deltina. Proprio così, un minuto dopo il comunicato, in tutto il territorio del Delta non si è parlato d’altro, pur senza grandi sorprese considerando i buoni campionati e Coppa che lo Scardovari, guidato da Fabrizio Zuccarin, aveva fin qui disputato. Il coronavirus ha creato difficoltà in Regione in tutto il mondo dello sport e del calcio dilettantistico facendo pervenire alla decisione che tutti i campionati si dovevano considerare conclusi e che da settembre si potrà parlare di inizio della fase di costruzione dei nuovi campionati 2020/2021. Dunque, destiniamo il servizio sul calcio portotollese proprio allo Scardovari che, dopo l’euforia dell’annuncio e gli incontri dirigenziali in sicurezza, si appresta a preparare il campo. Ad avvalorare quanto è accaduto ci pensa il direttore sportivo Nazzareno Vendemmiati, che ha giocato le ultime stagioni con i giallorossi, con queste parole: “Ce lo siamo meritato. Siamo una società seria con valori tali da sembrare una famiglia. Ci caleremo in una realtà di calcio importante e cercheremo di fare e dare il massimo per cogliere una salvezza tranquilla. Ma sarà il campo a dirci se sarà proprio così: il calcio è imprevedibile ed è bello e coinvolgente anche per questo”. A questo punto non possiamo non ricordare il libro che Damiano Laurenti ha scritto nel 2013, “Scardovari e la sua Società sportiva”, cinquant’anni di calcio e non solo, edizioni Diemme, da noi recensito il 4/11/2013. Un buon successo che ha lanciato ancor di più la splendida realtà territoriale di Scardovari, la più importante frazione, dopo il capoluogo Ca’ Tiepolo, del Comune di Porto Tolle. Pure Wikipedia ha ospitato le sue pagine per illustrare Scardovari posta proprio a fianco del mare, della Sacca di Scardovari, il più grande lago salato d’Europa dove impera la molluschicoltura con la produzione di cozze e vongole e ora anche dell’ostrica rosa. Una realtà economica importante che coinvolge tutto il territorio portotollese. Le sue borgate di Giarette, Giaretton, Bonelli derivano proprio dalle configurazioni del terreno. Poi Barricata con la sua rinomata spiaggia e lo splendido Villaggio turistico. Il suo nome deriva dalla Scardova, piccolo pesce. La sua chiesa venne costruita nel 1936 dedicata al SS. Redentore, mentre ai giorni nostri la località è sede dell’importante Consorzio Cooperative Pescatori del Polesine, vera forza economica per la pesca  nel Delta del Po Veneto. Da quel lontano 23 agosto 1963, data della sua costituzione, ad oggi, la Società sportiva Scardovari è ininterrottamente rimasta fedele al suo nome e alla sua storia. Poche sono le squadre, almeno in ambito polesano, che possono vantare una tale longevità: abbiamo infatti visto società storiche fondersi con altre entità o, addirittura, letteralmente sparire dalla scena calcistica. E’ dunque motivo di grande onore, per un paese che conta circa 1600 abitanti, militare ancora in promozione; merito soprattutto di presidenti illuminati, dei dirigenti e dei tanti volontari che si sono alternati nel tempo, dando ciascuno il proprio contributo per mantenere alto il prestigio dello Scardovari calcio, uniti tutti dal comune spirito sportivo. Buon 50° anniversario, dunque, vecchio e caro Scardovari. Grazie per i momenti straordinari e indimenticabili che sei riuscito a regalarci sino ad oggi. E grazie anche per quelli che sicuramente ci riserverai in futuro, perché la tua è una storia… che continua. Sono espressioni tratte dal libro citato, che vanno ora aggiornate con il salto in Eccellenza!

Prima di concludere, raccogliamo volentieri quanto ci ha detto il riconfermato allenatore giallorosso mister Zuccarin: “Pensavo di non allenare più in categoria così… alta. Sinceramente mi ero abituato in quelli normali, ora però sarà un’altra cosa e le novità per la preparazione della nostra grande squadra non mancheranno, perché siamo già validi così, ma ci dovrà essere uno spirito diverso. Voglio dire comunque che ci è capitato questo bel momento, importante per tutto il calcio deltino, perché il lavoro svolto ci ha premiati e perché la nostra società è seria e, perché no?, anche ambiziosa e un W ci sta. Ora ci attende un lavoro certosino per allestire una squadra che non debba deludere i molti sportivi e fans che la seguiranno: il nostro obiettivo non può che essere la salvezza. Ringrazio in primis il presidente Pandora e il ds Vendemmiati per l’attenzione che vorranno dare per una squadra che affronta il campionato d’Eccellenza che, ricordiamolo, è l’ultimo gradino per la D. Meraviglioso!”. In un prossimo servizio ci parlerà di questo momento magico, a tutto campo, il direttore generale dello Scardovari calcio Mauro “cece” Pezzolato.  

Luigino Zanetti